Nuove aperture: il barbiere anni '50 a due passi da Corso Italia

Si chiama Machete Barber Shop e aprirà in via Pascoli giovedì 29 novembre

Un barbiere 'vecchio stile', che strizza l'occhio al vintage e si apre all'attualità. Porte aperte per la nuova 'bottega' giovedì 29 novembre a Pisa, in via Pascoli. Arriva così nella città della Torre 'Machete Barber Shop', catena alta qualità dedicata all'uomo, nata a Roma e diffusasi in diverse città italiane con una 20ina di negozi in Italia, uno anche a Londra. 

A scommettere sull'impresa tre soci già attivi in città, tutti fra i 37 ed i 38 anni: i due fratelli (gemelli) siciliani Gaspare e Francesco Damiano e la sarda Sylvia Loche. Gaspare e gli altri sono titolari anche del negozio 'Equivalenza' in Corso Italia, è lui che racconta come è nata l'idea: "E' partito tutto da mio fratello, che vive a Roma. E' stato in uno di questi negozi e si è trovato molto bene, così ha detto 'perché non aprirlo a Pisa, dove non c'è qualcosa del genere?' Così si apre giovedì prossimo, più avanti faremo una vera e propria inaugurazione".

Lo stile è quello degli anni '50: "Si vuole tornare un po' al modello tradizionale 'gentleman', barba e capelli solo per uomo, con prodotti di qualità ma con attenzione anche a varie offerte. I tagli sono quelli classici ma attuali - prosegue Gaspare - molto tornati di moda. Ad esempio per un taglio con appuntamento si va sui 24 euro, ma ad esempio sarà subito attivo il 'walking monday', cioè il lunedì, dove solitamente i barbieri sono chiusi, noi saremo aperti e senza prenotazione si potrà avere il taglio a 15 euro". La bottega avrà almeno 4 dipendenti: "Ci saranno tre barber, uno di loro è pisano e un altro vive a Pisa, il terzo viene da un altro Machete di Roma. Sono ragazzi preparati, l'azienda offre corsi di formazione ed ha anche un'accademia interna. A loro si aggiungeranno una o due store manager". Orario continuato 10-20.

Pisa è una città attrattiva per questo tipo di investimenti secondo Gaspare: "Nell'ultimo anno ho visto una ripresa della dinamicità economica e rispetto ad altre città, seppure un risultato sicuro non si può mai avere, Pisa risponde bene. C'è risposta da parte degli studenti e anche molta variabilità, le dimensioni sono piccole ma non c'è mentalità chiusa, le novità vengono recepite velocemente. Per questo abbiamo deciso di investire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore in bici travolto da un'auto

  • Cede il fondo stradale: chiuso cavalcavia della superstrada

  • Travolto in bici da un'auto: la vittima aveva 22 anni

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • Coronavirus, l'epidemiologo fa il punto: "Massima allerta, ma niente panico"

  • A Marina di Pisa sbarca il 'tempio' degli hamburger di qualità

Torna su
PisaToday è in caricamento