rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Santa Croce sull'Arno

Mafia nelle concerie, Deidda indagata: "A disposizione degli inquirenti"

Il sindaco di Santa Croce sull'Arno ha fiducia nella magistratura e spera "che i tempi della giustizia siano veloci"

Rompe il silenzio il sindaco di Santa Croce sull'Arno Giulia Deidda, dopo la diffusione dei dettagli sulle indagini circa i rapporti fra 'Ndrangheta e il settore conciario che la vedono menzionata in prima persona. Le ipotesi di reato a suo carico sono di corruzione, abuso di ufficio e associazione a delinquere in concorso, in quest'ultimo caso con un gruppo di imprenditori.

"Lo avrete letto sui giornali ieri pomeriggio o stamattina - scrive su Facebook Deidda - sono iscritta nel registro degli indagati all'interno delle indagini della Dda di Firenze. Mi sono messa pienamente a disposizione degli inquirenti. Attendo con tranquillità l'avanzamento delle indagini e nutro piena fiducia nell'operato della Magistratura. Spero che i tempi della giustizia siano veloci".

Il messaggio è chiuso con la conferma della prosecuzione dell'impegno sul territorio: "Non è sospesa la mia attività di sindaca. Continuo a lavorare per Santa Croce sull'Arno".

'Ndrangheta nelle concerie, Pieroni: "Ho operato sempre in totale trasparenza"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia nelle concerie, Deidda indagata: "A disposizione degli inquirenti"

PisaToday è in caricamento