Riunione in Prefettura: più controlli anti-assembramento in centro e sul litorale

Il prefetto Castaldo ha sottolineato l'importanza di "richiamare l'attenzione dei giovani a continuare a tenere comportamenti responsabili"

Immagine di archivio

Nei giorni scorsi in Prefettura si è svolta una riunione del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica, a cui hanno partecipato:il sindaco di Pisa Michele Conti, il presidente della Provincia Massimiliano Angori, l'assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno, i vertici provinciali delle Forze di Polizia e il direttore marittimo della Toscana Contrammiraglio Giuseppe Tarzia.

Al centro dell'ordine del giorno le misure per prevenire il rischio di assembramenti nelle aree di maggior aggregazione serale. Il Prefetto ha chiesto, in particolare, di porre sotto osservazione le zone più frequentate come il centro storico di Pisa, ed ogni altra situazione particolare in provincia. Il Prefetto Castaldo ha quindi disposto che le Forze di Polizia intensifichino, con il contributo della Polizia locale, i servizi di controllo anti-assembramento nel capoluogo durante le ore serali e notturne del weekend, provvedendo a sanzionare i trasgressori. Attenzione particolare sarà posta per il prossimo ponte del 2 giugno. Gli esiti delle misure adottate saranno oggetto di valutazione in sede di tavolo tecnico tenuto dal Questore.

Altro tema è stato la fruizione in sicurezza delle spiagge del litorale pisano. Un primo strumento per far fronte a tale esigenza sarà disponibile con il rinnovo delle convenzioni tra la Guardia costiera e i Comuni di Pisa e Vecchiano in tema di vigilanza dell’arenile e di sorveglianza marittima. Il Prefetto Castaldo ha ringraziato il Contrammiraglio Tarzia per la disponibilità istituzionale manifestata nel concorrere con il personale della Direzione marittima alle attività di controllo sul rispetto delle misure anticovid e delle norme in tema di distanziamento sociale sulle spiagge. I sindaci di Pisa e Vecchiano hanno rappresentato l’intento di utilizzare l’apporto di guardie ambientali e dei guardia parco per coadiuvare il dispositivo dei controlli. Al Questore di Pisa, Paolo Rossi, è stato demandato di tenere un tavolo tecnico per individuare le modalità di svolgimento e integrazione dei servizi.

"Stiamo lavorando per costruire una serie di interventi che siano a tutela di tutti, sia di chi ha l’esigenza di far ripartire una attività commerciale, sia di chi la frequenta e deve farlo in sicurezza - sottolinea il Prefetto Castaldo - occorre, in particolare, richiamare l’attenzione dei giovani a continuare a tenere comportamenti responsabili, contemperando le esigenze di socialità con quelle connesse alla tutela della saluta pubblica. Ho rivolto ai sindaci un invito a svolgere, con il pieno coinvolgimento anche delle associazioni di categoria, una completa e diffusa informazione sul corretto uso dei dispositivi di protezione e sul mantenimento del distanziamento sociale. Ho, inoltre, già disposto un nuovo vertice, la settimana prossima, in Prefettura per ricalibrare il dispositivo dei controlli alla luce dei risultati ottenuti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

Torna su
PisaToday è in caricamento