Cronaca

Maltempo, bombe d'acqua imprevedibili e violente: vacilla l'attuale sistema idraulico

In seguito al forte maltempo della scorsa settimana, il Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli, che gestisce la zona di Vecchiano, ha notato alcune criticità: riunione con i sindaci per cercare rimedio

Le precipitazioni eccezionali che si sono abbattute la scorsa settimana su gran parte della Toscana, provocando inondazioni, allagamenti e frane, non hanno quasi creato problemi alla rete dei corsi d’acqua gestita dal Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli che, per quanto riguarda la provincia di Pisa, gestisce il territorio di Vecchiano.

L’evento, di portata eccezionale, ha però evidenziato alcune zone critiche sul territorio, soprattutto nei punti di raccordo tra i canali collinari e i tratti tombati comunali a Massarosa e Pietrasanta e nei punti di recapito fra la rete della fognatura bianca e i canali a Fiumetto e Tonfano (Pietrasanta) e Filettole nel vecchianese. In questi punti ci sono stati problemi di deflusso e qualche localizzato. Tutte emergenze gestite in quei giorni insieme ai tecnici dei Comuni in pieno spirito di collaborazione.

Per questo motivo il Consorzio ha convocato per stamattina una riunione con i sindaci e con i tecnici comunali di tutto il comprensorio (Montignoso, Versilia e Vecchiano) per fare il punto della situazione, concordare insieme soluzioni pratiche perché certi episodi non si verifichino nuovamente e stanziare appositi fondi nel bilancio 2014.

“L’importante è trovare insieme delle soluzioni e andare oltre alle competenze istituzionali - spiega il Commissario del Consorzio Fortunato Angelini -  i cambiamenti climatici in atto ci stanno dimostrando che sempre più spesso abbiamo a che fare con bombe d’acqua, violente e talvolta anche imprevedibili e l’attuale sistema, in queste situazioni e in certe zone non funziona più”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, bombe d'acqua imprevedibili e violente: vacilla l'attuale sistema idraulico

PisaToday è in caricamento