Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Maltempo, la Toscana flagellata dalle piogge: gli aggiornamenti

Siena, Lucca e Pistoia le zone più colpite dall'ondata di maltempo, che come annunciato, ha interessato la nostra regione. Disagi anche in provincia di Pisa. Segui la diretta

Sopra la situazione a Casciana Terme (foto Tobia Cionini), nell'altra foto Via Leopardi a La Capannina di Lari completamente allagata

Una giornata difficile per gran parte della Toscana, colpita dall'ondata di maltempo, che, almeno per il momento, ha risparmiato almeno in parte Pisa e provincia, causando solo lievi disagi. Ecco tutti gli aggiornamenti:

ORE 21: "Domani dichiareremo lo stato di emergenza regionale". Lo annuncia il presidente Enrico Rossi, di ritorno da una serie di incontri e approfondimenti compiuti questo pomeriggio a Pistoia e Lucca per una prima valutazione dei danni causati dal maltempo. "Ho parlato con il prefetto Franco Gabrielli - prosegue il presidente - e ho avuto assicurazioni sull'interessamento e l'invio già nella giornata di domani di alcune squadre di rilevatori da parte del Dipartimento nazionale della protezione civile. Comuni e Province possono effettuare interventi di somma urgenza per garantire il ritorno alla normalità".
"La copertura finanziaria sarà trovata - conclude Rossi - grazie ai fondi nazionali e alle anticipazioni che la Regione Toscana è pronta a mettere a disposizione".

ORE 19: Critica la situazione in Alta Valdicecina dove il torrente Cecina ha rotto gli argini pochi chilometri prima di Ponteginori, nel comune di Montecatini Val di Cecina, e l'acqua ha invaso la strada regionale 68 che è stata chiusa al traffico. Allagate alcune attività produttive. La situazione al momento è di massima allerta. Decine le telefonate ai vigili del fuoco da parte della popolazione.
A Volterra, a seguito dell’esondazione del fiume Era, è stata chiusa la strada statale 439-diramazione e, per frana, è stato istituito il senso unico alternato sulla strada provinciale 15.

ORE 17: A seguito del forte calo del fiume Serchio e, quindi, con il termine dell'ondata di piena, i due sindaci di San Giuliano Terme e Vecchiano alle 16, in modo concordato, hanno firmato l'ordinanza di chiusura del Centro Operativo Comunale-COC. A ciò seguirà un provvedimento che consentirà alle famiglie abitanti nelle golene del fiume, fatte evacuare prima dell'ondata di piena, di rientrare nelle proprie abitazioni.

ORE 16,30: Violento nubifragio sulla Valdera in mattinata: il report della Protezione CivileAllagamenti via leopardi La Capannina 21 ottobre 2013-2

ORE 16: Allerta meteo prolungata fino alle 12 di martedì

ORE 14: Danni ingenti all'agricoltura

ORE 11,30: Passa la piena del Serchio: la situazione nel dettaglio

ORE 10: Evacuate una trentina di famiglie ad Avane e Ripafratta. Esondazioni a San Miniato dove il torrente Egola ha invaso la Strada Provinciale 39

ORE 9: Si attende la piena del Serchio tra Vecchiano e San Giuliano Terme. Chiuso per precauzione il ponte di Ripafratta.

METEO: LE PREVISIONI PER I PROSSIMI GIORNI

INVIATECI LE VOSTRE FOTO O SEGNALATECI DISAGI ALL'INDIRIZZO PISATODAY@CITYNEWS.IT OPPURE ATTRAVERSO LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, la Toscana flagellata dalle piogge: gli aggiornamenti

PisaToday è in caricamento