Cronaca

Anziana ostaggio della badante che la maltrattava continuamente: scoperta e arrestata dai Carabinieri

Assunta da alcuni mesi una giovane straniera di 20 anni maltrattava pesantemente l'anziana di 92 anni di cui doveva occuparsi. Arrestata giovedì presso la casa della signora dove prestava servizio. Le prove audio e video mostrano la crudeltà degli atti

Le prendeva il naso e le scuoteva la testa, dicendole a pochi centimetri dalla faccia "devi morire". Questo è uno degli episodi più d'impatto descritti dai Carabinieri durante la conferenza stampa in Procura dove il Sostituto Procuratore Dott. Antonio Giaconi, insieme al Comandante Brancadoro ed il Colonnello Fedeli, hanno illustrato i dettagli dell'arresto per maltrattamenti di H. L., marocchina di 20 anni incensurata che da alcuni mesi prestava servizio continuativo presso l'abitazione della 92enne, affetta da varie patologie e incapace di provvedere da sola a se stessa. La custodia cautelare in carcere è scattata ieri pomeriggio presso l'abitazione della signora.

Ad inchiodare la giovane ci sono le registrazioni audio e video riprese dall'interno dell'abitazione. "Le indagini sono iniziate – spiega il colonnello Fedeli – a settembre, a seguito di segnalazioni da parte dei vicini di casa di grida provenienti dalla casa, in un condominio di via Norvegia. Dopo i primi riscontri abbiamo deciso di disporre l'attività tecnica che ha fornito le prove". L'anziana era infatti stata ricoverata in ospedale per due volte a giugno, dove le erano state riscontrate fratture alle costole e lo stato poroso di quest'ultime, indotto da un sovradosaggio di farmaci tranquillanti.

>>> GUARDA IL VIDEO <<<

I reati contestati sono maltrattamenti in famiglia, lesioni, ingiurie e minacce, aggravate dalla minorata difesa della vittima e dall'aver agito con crudeltà. "Dalle immagini del video non si vedono tutti i riscontri che abbiamo trovato – afferma il Sostituto Procuratore Giaconi – ma gli atti erano veramente violenti e tesi a rendere la signora inerme. Aveva paura, a volte la si sentiva chiedere scusa". La giovane dormiva presso l'abitazione, motivo per cui l'anziana, comunque lucida, non è riuscita a denunciare prima la situazione.

Le percosse e le altre vessazioni avvenivano anche senza motivo, segno di una "personalità prevaricatrice e violenta della giovane" scrive il Gip nell'ordinanza di custodia cautelare. Reati come questo sono sempre più diffusi. "C'è grande attenzione sul tema – dice il Comandante Brancadoro – e in questo caso siamo riusciti ad intervenire in tempi rapidi grazie al provvedimento celere del Gip. Le immagini parlano chiaro, invitiamo a stare molto attenti a scegliere la persona su cui riporre fiducia in questi casi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziana ostaggio della badante che la maltrattava continuamente: scoperta e arrestata dai Carabinieri

PisaToday è in caricamento