Bambini picchiati con bastoni in una scuola islamica: due 'maestri' arrestati

I ragazzini, tutti tra i 7 e i 17 anni, venivano maltrattati per imparare i principi del Corano. La scuola era stata allestita in un appartamento a Santa Croce sull''Arno

Una scuola islamica per insegnare a bambini e ragazzi tra i 7 e i 17 anni i principi del Corano diventata però un incubo per una sessantina di minorenni stranieri che venivano picchiati.

Dopo indagini durate mesi e l'installazione di videocamere nascoste, la Squadra Mobile di Pisa ieri sera, 14 giugno, ha fatto irruzione nel centro e ha arrestato due persone, mentre una terza è indagata. Secondo quanto è emerso dalle indagini, i minorenni, che frequentavano una specie di doposcuola allestito in un appartamento nel centro di Santa Croce sull'Arno, erano picchiati anche con delle mazze per imparare il Corano.
Con l'accusa di maltrattamenti su minori, sono stati così arrestati dalla Squadra Mobile due 'maestri' di Corano di un'associazione culturale islamica senegalese. I due sono stati condotti in carcere.

"La notizia dei maltrattamenti ai minori avvenuti nell'edificio di via Michelangelo dove ieri c'è stato un blitz della Polizia mi addolora. Nessuno e per nessun motivo deve permettersi di picchiare un bambino, figuriamoci per insegnargli qualcosa o per educarlo - afferma il sindaco Giulia Deidda -
ma sapere che questa situazione terribile è stata interrotta mi rincuora, per due motivi. Il primo è che è stato fatto un lavoro scrupoloso da parte delle forze dell'ordine, che ringraziamo, e cogliamo l'occasione per ringraziare per la presenza costante che ci garantiscono, a Santa Croce e non solo. Il secondo è che Santa Croce dimostra di non avere zone d'ombra, che la sua è una comunità coesa che non permette a nessuno di nascondersi e fare quello che vuole, incurante delle leggi che condividiamo".
"Le forze dell’ordine assicurano inoltre che in nessun caso sono stati riscontrati atteggiamenti antioccidentali - afferma ancora il sindaco - a tutti coloro che dovranno occuparsi della fase successiva di questa vicenda auguro buon lavoro e assicuro la totale disponibilità dell'amministrazione a collaborare per aiutare i minori e le famiglie vittime dei maltrattamenti".

"Un fatto che si fa quasi fatica a commentare - afferma il deputato della Lega Edoardo Ziello - chi picchia un bambino è un infame e merita la galera a vita, a maggior ragione se chi commette tale atto è un educatore al quale viene affidato nostro figlio. Un comportamento veramente abominevole e ripugnante che può tenere soltanto chi è rimasto all'età della pietra. I miei più sinceri ringraziamenti e complimenti agli uomini della Polizia di Stato che sono riusciti ad arrestare questi farabutti che picchiavano dei bambini con dei bastoni ed a fermare così un tale abominio".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

Torna su
PisaToday è in caricamento