rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021

Mancanza di aule nelle scuole pisane, è presidio permanente

Ogni giovedì, dalle 18 alle 19, l'Osservatorio Scolastico Permanente ha indetto un presidio per denunciare, ancora una volta, la mancanza di aule nei licei pisani

Giovedì di mobilitazione a partire da quello di ieri,11 novembre, quando dalle 18 alle 19 l'Osservatorio Scolastico Permanente ha dato vita ad un presidio in piazza XX Settembre per denunciare, ancora una volta, la situazione delle scuole pisane, dove la mancanza degli spazi sta creando non poche difficoltà a studenti, insegnanti e famiglie, alle prese con una organizzazione complicata. "Più aule, meno chiacchiere": questo lo slogan che animerà i giovedi di protesta spinti dalla carenza di aule ben delineata in un volantino che nel corso dei presidi sarà distribuito ai presenti: "Al Liceo Buonarroti mancano 17 aule, al Liceo Carducci mancano 9 aule, al Liceo Dini mancano 10 aule. Quali soluzioni la Provincia, in eventuale sinergia con il Comune, intende offrire alla popolazione scolastica che opera in condizioni precarie ormai da tre mesi?" si legge nell'opuscolo. "Da settimane" - spiega Pierpaolo Corradini, portavoce dell'Osservatorio - "abbiamo chiesto al Prefetto un tavolo scolastico attorno al quale far sedere tutti gli enti coinvolti. Intanto i due immobili individuati dalla Provincia nel bando esplorativo, uno a Ghezzano e l'altro a Ospedaletto, sono stati ufficialmente rifiutati dal Consiglio di Istituto dei licei Dini e Buonarroti. Quello del Carducci non si è ancora riunito. Serve un tavolo per poter gestire e mettere d'accordo le esigenze di tutti gli istituti che si trovano in affanno".

Si parla di

Video popolari

Mancanza di aule nelle scuole pisane, è presidio permanente

PisaToday è in caricamento