Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Mancato raffreddamento dei conflitti sindacali circa la Polizia Penitenziaria di Pisa: richiesto incontro

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Queste Organizzazioni Sindacali, che rappresentano la MAGGIORANZA del personale di Polizia Penitenziaria SINDACALIZZATO,

• a seguito delle numerose aggressione perpretate ai danni del personale di Polizia ivi operante;

• allo stato delle relazioni sindacali attualmente INESISTENTI presso la CC di Pisa;

• alla mancata adozione di rimedi e proposte risolutive da parte della Direzione

proclamavano lo Stato di Agitazione in data 21 settembre u.s., con missiva inviata a S.E. il Prefetto, al Sig. Provveditore Regionale, al Direttore della Casa Circondariale di Pisa ed agli Organi di Stampa.

Come da buone condotte sindacali, l’Amministrazione avrebbe dovuto convocare le Scriventi per procedere al raffreddamento dei conflitti, cosa che ad oggi non è stata assolutamente fatta.

Pur prendendo atto dell’assenza giustificata del Direttore, le scriventi si auguravano che al rientro in servizio dello stesso, sarebbe stata sua premura attivare la procedura di raffreddamento dei conflitti.

Invece in data 17 novembre u.s, la Direzione pisana, convocava per oggi 23 novembre TUTTE le Sigle Sindacali Rappresentative, per contrattare la Revisione delle Unità operative, secondo un’informazione preventiva inviata il 30 Agosto u.s., ignorando del tutto lo stato di agitazione proclamato OLTRE 2 MESI FA’.

Considerando e ribadendo nuovamente l’assenza delle relazioni sindacali attualmente in atto presso questa Direzione,

SI CHIEDE

Un’urgente incontro con il Sig. Provveditore, al fine di dirimere determinate questioni ostative al regolare mantenimento delle relazioni sindacali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancato raffreddamento dei conflitti sindacali circa la Polizia Penitenziaria di Pisa: richiesto incontro

PisaToday è in caricamento