Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Porta Nuova / Via Montelungo

Ex colorificio liberato: la città si colora contro lo sgombero

Sabato, a partire dalle 15, con ritrovo in Piazza Vittorio Emanuele, le numerose associazioni che fanno parte del Municipio dei Beni Comuni sfileranno in corteo per cercare di impedire lo sgombero della struttura di via Montelungo

A quattro mesi dal corteo del 13 ottobre scorso, che rivendicò pubblicamente la liberazione dell'ex Colorificio Toscano, in stato di abbandono dopo la definitiva chiusura nel gennaio 2009, domani, 16 febbraio, torna in piazza il Municipio dei Beni Comuni, l'esperienza di cittadinanza attiva, che riunisce associazioni, gruppi, liste studenteschi, artigiani, artisti, sindacati e partiti, sulla quale si concentra da settimane una crescente attenzione dall'Italia, ma non solo. "A cominciare infatti dalla tre giorni 'United Colors of Commons' (25-27 gennaio), che ha visto una massiccia partecipazione da tutta la penisola, quanto sta avvenendo all'interno della fabbrica, lasciata vuota dalla multinazionale J Colors, con il disegno di realizzare l'ennesima speculazione edilizia sul nostro territorio - si legge in un comunicato del Municipio dei Beni Comuni - rappresenta un modello di partecipazione e democrazia che guarda al futuro delle nostre società e delle nostre città, offrendo una risposta concreta alla crisi. Proprio per questo, negli ultimi giorni si sono moltiplicati gli appelli in favore dell'ex Colorificio Liberato, che, per una volta, fa guardare a Pisa da tutto il mondo non come alla città della Torre Pendente, ma come a un laboratorio di socialità, solidarietà e cultura in nome del nuovo diritto dei 'beni comuni'. Diritto sancito dall'art. 42 della Costituzione, che prescrive la 'funzione sociale della proprietà privata', come ricorda l'appello promosso da Settis, Rodotà e dal vicepresidente emerito della Corte Costituzionale, Paolo Maddalena, poi ripreso da una serie davvero lunga di appelli e comunicati diffusi dal vasto mondo delle associazioni e dei movimenti".

Questo vasto e composito mondo colorato si darà appuntamento domani, alle 15, in piazza Vittorio Emanuele, per sfilare lungo le vie e piazze di Pisa a sostegno del Municipio dei Beni Comuni e contro la richiesta di sgombero dell'ex Colorificio Liberato, avanzata nei giorni scorsi dalla multinazionale J Colors. "Lo sgombero eventualmente eseguito dalle forze dell'ordine avrebbe come solo effetto quello di restituire all'abbandono e all'incuria per anni un pezzo di città che in questi mesi è ritornato a vivere - affermano dal Municipio dei beni comuni - da qui le numerose richieste all'amministrazione comunale di prendere una posizione chiara a sostegno del Municipio dei Beni Comuni e delle migliaia di cittadini che frequentano l'ex Colorificio Liberato, ponendo un freno agli interessi privati della J Colors, la cui presenza sul territorio pisano ha sinora prodotto solo licenziamenti e deindustrializzazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex colorificio liberato: la città si colora contro lo sgombero

PisaToday è in caricamento