rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca La Vettola / Via Livornese

Il Comitato 'No Camp Darby' si mobilita contro la militarizzazione del territorio

Il raduno di protesta è fissato alle ore 15 di sabato 23 aprile presso i cancelli della base americana che si affacciano su via Livornese

"Non si comprendono le cause della guerra in corso se ci limitiamo a subire l'informazione a senso unico dei media. I preparativi alla guerra e al riarmo sono iniziati ben prima della guerra in Ucraina e rappresentano i capisaldi della svolta strategica di Nato e Ue". Prende le mosse da questa considerazione la manifestazione organizzata dal Comitato 'No Camp Darby' che sabato 23 aprile manifesterà davanti alla base militare statunitense, per lanciare un grido di opposizione all'incremento dei presidi armati sul territorio pisano.

"Ne derivano l'aumento delle spese militari fino al 2% del Pil dei 19 paesi Nato, il restringersi degli spazi di libertà e democrazia, nuovi tagli al welfare e sacrifici ulteriori per lavoratrici e lavoratori mentre lo stato di emergenza dalla pandemia si sposterà alla guerra. La militarizzazione della società e dei territori cresceranno ulteriormente nei prossimi anni. Emblematica è la mega infrastruttura militare progettata a Coltano, da realizzare con i fondi del PNRR". Il Comitato prosegue: "Pisa e Livorno sono città particolarmente soggette alla militarizzazione, ci attende un futuro all'insegna della retorica militarista per coprire interessi economici e finanziari che determineranno il ricorso permanente alla guerra. Per questi motivi diamo appuntamento alle associazioni, ai sindacati, ai partiti ed ai cittadini ad una grande mobilitazione contro ogni guerra, contro il governo Draghi e la militarizzazione dei nostri territori il prossimo 23 aprile di fronte alla Basa Usa di Camp Darby (cancelli di via Livornese)".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comitato 'No Camp Darby' si mobilita contro la militarizzazione del territorio

PisaToday è in caricamento