Docenti precari sotto la Torre di Pisa: "Niente posto fisso nonostante il corso"

Circa 200 docenti si sono riuniti, dopo un'assemblea, in Piazza dei Miracoli dove hanno esposto striscioni e gridato slogan per protestare contro il decreto 353 del 22 maggio scorso. Martedì prossimo la mobilitazione si sposterà a Firenze

I precari oggi sotto la Torre (foto A.Barone/Fb)

Erano 200 oggi pomeriggio in Piazza dei Miracoli, tutti docenti precari, che hanno effettuato un presidio di protesta contro il decreto sull'aggiornamento della graduatorie di istituto. Si tratta, spiega una nota, di insegnanti delle scuole di primo e secondo grado di Pisa, che "dopo anni di servizio e un corso di formazione", per via del decreto 353 del 22 maggio scorso, "si vedono negata l'inclusione in seconda fascia delle graduatorie". "Vergogna", "Lo Stato prima ci usa poi ci butta fuori", "Abbiamo pagato un corso 2.500 euro per nulla": era questo il messaggio trasmesso dai manifestanti attraverso alcuni cartelloni.

Nella mattinata si era svolta un'assemblea dei docenti poi terminata appunto nel presidio sotto la Torre. Sia all'assemblea che alla protesta in piazza dei Miracoli erano presenti Flc Cgil Toscana e Flc Cgil di Pisa: “Siamo a fianco di questi docenti, che stanno vivendo una vicenda ingiusta. Abbiamo già fatto appello al Ministero, se entro pochi giorni non avremo novità siamo pronti ad agire per vie legali e con iniziative di mobilitazione” ha detto Gabriella Bresci di Flc Cgil Toscana. Sulla questione, Flc Cgil Toscana aveva già espresso “forte rammarico per il mancato accoglimento della possibilità di inserimento, con riserva, di coloro che stanno per completare i corsi PAS, i Percorsi Abilitanti Speciali, nelle prossime settimane, come da noi richiesto in più sedi a livello nazionale. In questa maniera vengono frustrate le legittime aspettative di docenti che da anni stanno comunque lavorando nelle scuole e con grandi sacrifici economici e personali si sono accollati la gravosità di questi percorsi abilitanti, per avere la prospettiva di un posto di lavoro stabile”.

Martedì prossimo, 3 giugno, i docenti che oggi hanno manifestato a Pisa faranno un presidio a Firenze sotto l'Ufficio Scolastico Regionale, alle 15,30. E Flc Cgil Toscana sarà con loro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: muore studente universitario di 30 anni

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

  • Coronavirus: 224 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus, sostegno alle famiglie indigenti: buoni spesa da 100 euro

Torna su
PisaToday è in caricamento