rotate-mobile
Cronaca

"Non è eccellenza se c'è sfruttamento": in piazza per la dignità lavorativa

Studenti e dipendenti esternalizzati hanno manifestato in Piazza Cavalieri per chiedere un confronto alle università di eccellenza pisane

Lavoratori e studenti delle università d'eccellenza di Pisa insieme in piazza contro lo sfruttamento. Si è svolta ieri mattina 9 giugno, in Piazza Cavalieri, la manifestazione del 'Gruppo di lavoro sulle esternalizzazioni in università', un avvio di un percorso pubblico volto a rendere priorità un cambiamento nelle politiche di gestione dei servizi legati all'ordinario funzionamento degli enti verso logiche di contrasto al precariato e per la dignità lavorativa. 

"La Scuola Normale, così come la Scuola Superiore Sant’Anna - scrive in una nota di spiegazione il gruppo - ricorre al sistema delle esternalizzazioni per un gran numero di servizi fondamentali, adattando la propria politica occupazionale a una tendenza purtroppo ricorrente in molti enti pubblici. Le persone che garantiscono questi servizi lamentano da tempo condizioni di lavoro che non permettono di arrivare a una piena e dignitosa occupazione. Sono invece costretti a contratti sottopagati, part time, a chiamata o a termine; a turni spezzati, a cambi di orario e a pressioni continue".

E' così che allievi e lavoratori delle due scuole hanno dato avvio a un "percorso condiviso di riflessione e sensibilizzazione, formulando anche proposte concrete per garantire al personale esternalizzato maggiori tutele in sede di appalto, che sono state avanzate alla Direzione e all’Amministrazione della Normale. Finora queste hanno risposto negativamente, senza aprire un vero dialogo in merito. Troviamo dunque necessario organizzare momenti nuovi e più ampi di confronto e di mobilitazione: la situazione ci appare sempre più grave e vorremmo poterla analizzare tutti insieme, a partire dai problemi concreti e vivi negli spazi che tutti i giorni frequentiamo".

Si tratta, per i manifestanti di una "responsabilità etica e politica: ci sembra contraddittorio che un'istituzione universitaria che si definisce di eccellenza viva anche di lavoro privo di tutele e invisibilizzato. Chiediamo che la Scuola intervenga attivamente e rifiuti modelli di lavoro iniqui, garantendo delle condizioni di lavoro dignitose".

Manifestazione sfruttamento lavoratori università-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non è eccellenza se c'è sfruttamento": in piazza per la dignità lavorativa

PisaToday è in caricamento