Cronaca Centro Storico / Piazza Vittorio Emanuele II

Strage di Capaci: Pisa ricorda i giudici Falcone e Borsellino

Un lungo corteo di persone ha sfilato per le vie della città nell'anniversario della strage di Capaci. Il consiglio comunale ha anche approvato un ordine del giorno per chiedere maggiori controlli sugli appalti

Numerose persone hanno partecipato ieri pomeriggio al corteo contro l'attentato di Brindisi ma anche per ricordare la strage di Capaci in cui venti anni fa perse la vita Giovanni Falcone. Il lungo serpentone ha sfilato per il centro cittadino fino a fermarsi in Piazza Vittorio Emanuele, sotto la gigantografia di Falcone e Borsellino, qui si sono succeduti gli interventi per condannare la mafia e i sanguinosi attentati. Politici, sindacati, rappresentanti delle istituzioni, ma anche tanti ragazzi coetanei di Melissa, la giovane rimasta uccisa sabato scorso nell'esplosione di Brindisi, che hanno voluto essere presenti per dire no alla mafia.

Sempre nella giornata di ieri, il consiglio comunale di Pisa, aperto con l'inno nazionale, ha ricordato i due giudici Falcone e Borsellino.

"All'unanimità - ha poi commentato la presidente del consiglio comunale Titina Maccioni - abbiamo poi approvato un ordine del giorno in cui chiediamo al Governo di non far venir meno la lotta alla corruzione, per il rilancio dei codici di condotta e di aumentare i livelli di trasparenza, e al sindaco Filippeschi, tra le altre cose, d'intensificare l'attività di controllo nel settore degli appalti pubblici e di esporre l'immagine dei due giudici, Falcone e Borsellino, con la dicitura "Il Comune di Pisa in memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, due eroi non per caso".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Capaci: Pisa ricorda i giudici Falcone e Borsellino

PisaToday è in caricamento