Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Imprenditori in piazza contro la crisi, si alzano urla di rabbia: "Vogliamo risposte"

Anche una folta delegazione pisana ha manifestato in Piazza del Popolo in occasione della mobilitazione organizzata da Rete Imprese Italia per chiedere al nuovo Governo una svolta politica ed economica

Grande rappresentanza d'imprenditori di Confcommercio Pisa, accompagnati dalla loro presidente Grassini, dal direttore Pieragnoli e da un cospicuo gruppo di dirigenti alla manifestazione di Roma. Una folla impressionante di imprenditori venuti a manifestare da ogni parte d'Italia, uniti da un forte sentimento di rabbia nei confronti di uno Stato che disconosce il merito di chi muove il motore reale del nostro paese. Uomini e donne in abito e tailleur, in jeans e scarpe a tennis che urlavano le loro ragioni a chi fino ad oggi si è dimostrato ingiustamente sordo.

Un clima di solidale condivisione d'intenti quello che si è vissuto stamani tra titolari di aziende, commercianti, artigiani e balneari, ma soprattutto di disincanto di fronte alle parole di circostanza di alcuni presidenti di Associazione che hanno parlato a nome di tutti i presenti. Tra i più acclamati il presidente di Confcommercio Sangalli, il presidente di C.N.A. Vaccarini e il presidente di Confartigianato Merletti. Scrosci di applausi a chi ha avuto il coraggio di usare parole forti e di fare i nomi di coloro che ci hanno trascinati in una situazione di drammatica emergenza, nella quale chi riesce a sopravvivere può ritenersi fortunato.

"Un'esperienza decisamente forte, vista la partecipazione numerosissima, sicuramente di grande impatto - commenta la presidente di ConfcommercioPisa Federica Grassini - ci auguriamo che il nostro grido di protesta non rimanga, per l'ennesima volta, un urlo nel silenzio. Vogliamo risposte. C'era molta rabbia giustificata tra gli imprenditori. E' l'ora che la politica dimostri di avere il coraggio di prenderne atto e che ci dia ascolto. Non oso pensare che cosa potrebbe succedere a breve se così non fosse. L'esasperazione ha raggiunto livelli allarmanti, temporeggiare oltre senza proporre soluzioni urgenti, sarebbe un comportamento estremamente imprudente".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditori in piazza contro la crisi, si alzano urla di rabbia: "Vogliamo risposte"

PisaToday è in caricamento