Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Via Martiri

Istruzione, flash mob alla mensa di via Martiri: gli studenti denunciano i problemi

Gli studenti hanno distribuito volantini ed esposto cartelli stradali con elencati i problemi di scuole e università in Italia. Due i punti principali: l'accesso ai corsi di studio a numero chiuso e il finanziamento del diritto allo studio

Oggi anche a Pisa, come nelle altre città italiane, l'Unione degli Universitari si è mobilitata con un flash mob per denunciare i problemi di scuole e università in Italia. Gli studenti, muniti di cartelli stradali che rappresentano i drammi dell'istruzione italiana, chiedono fondi per il diritto allo studio, strutture sicure, spazi, libertà d'accesso agli studi. 

“Oggi con il flash mob a mensa in Via Martiri - afferma Antonio Di Buono dell'associazione Diritti A Sinistra - Udu Pisa - abbiamo voluto porre l'attenzione su due temi molti importanti per la nostra associazione: il primo riguarda l'accesso ai corsi di studio a numero chiuso, denunciando il problema che circa il 57% dei corsi universitari in Italia è a numero chiuso e che a più di 300.000 studenti viene impedito di potersi iscrivere al corso di laura prescelto; l'altro tema riguarda il finanziamento del diritto allo studio che nel 2014 sarà coperto per il 53% dalla tassa regionale pagata dagli studenti, evidenziando quanto poco il nostro Paese investe in università e diritti allo studio. Per questi motivi chiediamo che ci sia subito un'inversione di marcia!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istruzione, flash mob alla mensa di via Martiri: gli studenti denunciano i problemi

PisaToday è in caricamento