Cronaca

Consorzio di bonifica: prosegue la manutenzione sugli argini dell'Arno

Terminato il primo lotto di intervento, gli operai dell'ente stanno operando per la seconda fase di lavori

E' partita la seconda fase (II lotto) della manutenzione ordinaria sulle sponde dell’Arno di II categoria affidata al Consorzio 4 Basso Valdarno dalla Regione Toscana.

Per il primo lotto le lavorazioni, taglio di erba e canne eseguite con mezzi meccanici e a mano sui rilevati arginali e sulle pertinenze del fiume Arno e alcuni affluenti, sono state eseguite sia con l’ausilio di ditte esterne che con l’utilizzo dei mezzi e del personale interno del Consorzio in gestione diretta.

Il fiume Arno è diviso in tronchi di custodia sorvegliati dai dipendenti del Genio Civile / Polizia Idraulica.

Ecco l’elenco dei tratti dell’Arno e dei canali e relative località e/o comuni oggetto degli interventi (I lotto) eseguiti da ditte esterne:

Canale

Comune

Dx

Canale Usciana e canale Allacciante

Fucecchio (FI), Santa Croce (PI), Castelfranco di Sotto (PI), Santa Maria a Monte (PI), Calcinaia (PI)

Sx

Fiume Era, torrente Egola, Rio Filetto, Rio San Bartolomeo, Rio Dogaia

Fucecchio (FI), San Miniato (PI), Montopoli V/A (PI), Pontedera (PI), Ponsacco (PI), Calcinaia (PI)

Dx

Canale Scolmatore, dall’opera di presa al ponte della S.P. Cucigliana-Lorenzana (Ponte dei Fichi)

Pontedera (PI), Calcinaia (PI), Cascina (PI), Crespina (PI), Collesalvetti (LI)

Sx

dall’opera di presa all’immissione del Fiume Tora (Tronco in Custodia N.10)

Dx

Canale Scolmatore, dal ponte della S.P. Cucigliana-Lorenzana (Ponte dei Fichi) alla foce a mare

Cascina (PI), Crespina (PI), Pisa (PI), Collesalvetti (LI), Livorno (LI)

Sx

dall’immissione del Fiume Tora alla foce a mare (Tronco di Custodia n. 11)

Manutenzione delle opere in Arno Est, Arno Ovest (*)

Pisa, S. Giuliano T. (PI), Cascina (PI), Vicopisano (PI), Calcinaia (PI), Pontedera (PI), S. Maria a Monte (PI), Montopoli Valdarno (PI), Castelfranco di Sotto (PI), Santa Croce S/A (PI), S. Miniato (PI), Fucecchio (FI), Cerreto Guidi (FI);

Manutenzione delle opere sul Canale Scolmatore (*)

Pisa, Pontedera (PI), Calcinaia (PI), Cascina (PI), Livorno, Collesalvetti (LI)

Manutenzione delle opere sul Fiume Tora (*)

Collesalvetti (LI), Fauglia (PI), Crespina-Lorenzana (PI), Casciana Terme-Lari (PI), Santa Luce (PI)

Pulizia dell’isolotto di San Donato eseguita con le economie conseguite con ribassi d’asta su indicazione del Genio Civile

San Donato (San Miniato, PI), Santa Croce sull’Arno (PI)

(*) Questo lotto prevede il taglio di alberature e accatastamento o abbruciamento; rimozione depositi con acqua a pressione, ingrassaggi e lubrificazione di viti senza fine, manovellismi, cerniere, snodi e quant’altro; rimozione materiali terrosi a mano o a macchina di tutte le soglie; pulizia con autobotte e canaljet di pozzetti e alloggiamenti vari; pulizia e verniciatura idrometri.

I lavori del primo lotto eseguiti in gestione diretta per un taglio completo, iniziati i primi di giugno e completati nei mesi estivi, hanno riguardato il taglio della vegetazione su argini, scarpate, strade di accesso, pennelli, piste interne ed esterne agli argini nel tratto di fiume Arno che va dallo sbocco fino a Calcinaia/Pontedera, eccetto per il tratto cittadino di Pisa che va dal ponte della Cittadella al ponte della Fortezza che è affidato in manutenzione alla Pisamo.

La perizia finanziata dalla Regione prevede anche il movimento terra per il ricarico di alcune piste di servizio ed il disbosco in alcuni tratti, ma sono stati eseguiti i tagli di vegetazione ed interventi di pronto intervento per presenza di tane negli argini.

Ecco l’elenco dei tratti oggetto degli interventi di 1 taglio (I lotto) eseguiti in gestione diretta:

Canale

Comune

Sx

Dal Ponte della Cittadella allo sbocco (Tronco in Custodia N.2)

Pisa

Dx

Dal cancello della Tenuta di San Rossore in Via delle Lenze all’immissione in Arno del Torrente Zambra di Calci in loc. Caprona (con esclusione del tratto mantenuto da Pisamo) (Tronco in Custodia N.3)

Calci (PI), S. Giuliano T. (PI), Pisa

Sx

ponte della Fortezza alla loc. Madonna dell’Acqua di Cascina (Tronco in custodia N.6)

Cascina (PI), Pisa

Dx

dall’immissione in Arno del Torrente Zambra di Calci in loc. Caprona al ponte sull’Arno della SR439 (Tronco in Custodia N.7)

Calci (PI), Calcinaia (PI), Pontedera (PI)

Terminati, parliamo ancora del I lotto, anche i secondi tagli di vegetazione nel tratto cittadino di Pisa dell’Arno (sempre escludendo il tratto affidato a Pisamo):

  • in sinistra idraulica dal cantiere del Canale Navicelli (zona porta a mare Via II settembre) fino al cimitero di Riglione (PI);
  • in destra idraulica dal cancello della Tenuta di San Rossore in Via delle Lenze (PI) fino ad uno spiazzo vicino al cimitero di Ghezzano (incrocio tra Via Lazzeri e Via di Cisanello nel Comune di San Giuliano Terme);

La gestione diretta sta eseguendo anche lavori di rimozione di alcuni alberi nei tratti affidati alle ditte esterne per il taglio di vegetazione.
I lavori di questo primo lotto di manutenzione, tra affidamento a ditte esterne e gestione diretta, ammontano a € 513.000,00 totalmente finanziati dalla Regione con apposito Decreto.

La Regione ha affidato al Consorzio anche la manutenzione del II lotto con ulteriori 513mila euro per opere da eseguire sulle II categorie ricadenti nel comprensorio e che saranno totalmente realizzati in gestione diretta.

Il totale delle opere finanziate dalla Regione Toscana al Consorzio per gli interventi di manutenzione sull’Arno e sugli affluenti di II categorie ammonta, tra I e II lotto, a 1,026 milioni di euro.

Le lavorazioni sono eseguite seguendo criteri di priorità di intervento, dislocazione dei mezzi sull’asta dell’Arno e condizioni meteo che possono rallentare o impedire l’accesso nelle golene o sugli argini, ottimizzando al massimo le risorse sia economiche che di organico.

Il II lotto prevede lavori sugli stessi tratti interessati dal taglio di vegetazione del I lotto, ma in questa tranche sono previste opere di:

- disbosco nei tratti in cui le alberature ad alto fusto non sono state mantenute e, ad oggi, creano un impedimento al regolare deflusso delle acque,
- decespugliamento/disbosco delle sponde e dell’alveo dei tratti dei canali (affluenti dell’Arno) ubicati nella golena del Fiume e che, negli ultimi anni, non sono stati mantenuti;
- ripristino transitabilità su tratti di banchina o sulle testate arginali;
- ripristino transitabilità lungo le piste adiacenti gli argini;

ed altre opere puntuali come:

- ripristino frane attive con apporto e movimento terra o realizzazione di scogliere;
- ripristino buche in corpo arginale per presenza di tane di animali;
- abbattimento alberi ad alto fusto cresciuti in alveo o sulle opere idrauliche (es. cateratta);
- interventi puntuali di rifacimento/nuova realizzazione di canaline di scolo delle acque meteoriche;
- interventi di manutenzione straordinaria alle rampe ed alle strade di accesso;
- lavori di scavo e movimento terra in aree indicate dai sorveglianti idraulici.

Gli interventi, alcuni già avviati, saranno eseguiti in Arno Est Dx idraulica (comprendente i corsi d’acqua classificati in II categoria affluenti in dx del Fiume Arno, Canale Usciana e Canale Allacciante) e Arno Est Sx idraulica (comprendente i corsi d’acqua classificati in II categoria affluenti in sx del Fiume Arno, Fiume Era, Torrente Egola, Rio Dogaia, Rio Filetto, Rio San Bartolomeo, Canale Scolmatore, Bacino Roffia  e Rio Arnino (comune di San Miniato), Arno Ovest (dx idraulica comuni di Pisa, San Giuliano, Calci, Vicopisano e Calcinaia; sx idraulica comuni di Pisa e Cascina) e Fiume Tora.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio di bonifica: prosegue la manutenzione sugli argini dell'Arno

PisaToday è in caricamento