Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ex allievo del Sant'Anna canta la sigla di un video della FAO

 

La conservazione e l'uso sostenibile delle risorse genetiche vegetali per l'alimentazione e l'agricoltura sono la chiave per assicurare che il pianeta possa produrre sufficiente cibo per alimentare nel futuro la crescente popolazione mondiale. Questo il tema principale del trattato internazionale sulle risorse fitogenetiche e per l'alimentazione e l'agricoltura della FAO, che ha visto coinvolta anche la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, con un suo speciale contributo, tra la ricerca e la divulgazione scientifica.

Marco Martinelli, ex allievo di Scienze Agrarie e Biotecnologie, ora Affiliate Researcher dell'Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna, ha cantato la sigla del trattato con un brano intitolato 'It all starts with the seed', scritto da Maurizio Bernacchia, musicato da Patrizio Baù, con la produzione 'Suoni dall'Italia', etichetta discografica di Mariella Nava e Antonio Coggio.

L’incontro tra la FAO e la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa è nato grazie a Elena del Pup, allieva del settore di Scienze Agrarie e Biotecnologie, selezionata come intern alla FAO. "Alla Scuola Superiore Sant'Anna - commenta Marco Martinelli - non solo didattica e ricerca d'eccellenza ma anche comunicazione scientifica innovativa che passa dalla musica. Questo è un brano che ‘semina’ speranza, che affronta un tema importante per il nostro futuro, grazie a un approccio volutamente leggero e a un sound frizzante. Sono lieto che sia stato presentato sui canali social ufficiali della FAO. Presto sarà disponibile anche sulle piattaforme digitali. La ricerca e la divulgazione possono contribuire a fare impatto e a rendere migliore il nostro mondo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
PisaToday è in caricamento