menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marina di Vecchiano: le regole per andare in spiaggia

Un'ordinanza del Sindaco Angori precisa i comportamenti da adottare sugli arenili

Il sindaco di Vecchiano, Massimiliano Angori, ha firmato nei giorni un'ordinanza che disciplina le attività balneari per la stagione balneare 2020 sul litorale vecchianese. "In base all’emergenza Covid19 - spiega il primo cittadino - e alle relative prescrizioni anticontagio, quest’anno non è stato possibile attivare il tradizionale servizio navetta, poiché non sarebbe stato possibile mantenere il distanziamento interpersonale necessario, con il consueto numero di corse".

Come ogni anno anche per il 2020 è "stato predisposto piano di sicurezza per il periodo estivo, a cui prendono parte, personale del 118 di Pisa, la Polizia Municipale, la Capitaneria di Porto di Livorno, i Carabinieri di Migliarino e i Guardia Parco dell’Ente Parco. Il Comune recepisce inoltre la legge regionale per la tutela degli animali. Chi possiede un cane potrà portarlo, anche per la stagione estiva 2020, con il guinzaglio sulla spiaggia in prossimità della Foce del Serchio e a nord dell’Oasi 2. Per quanto riguarda gli esercizi pubblici e la spiaggia attrezzata, questi sono aperti ai proprietari ed al loro cane ma i responsabili degli esercizi e delle spiagge possono adottare misure limitative all’accesso, previa comunicazione al Sindaco. L'ordinanza disciplina, inoltre, i divieti e le prescrizioni sull'uso delle aree di proprietà comunale, tanto per citare alcuni aspetti, al fine di consentire a cittadini e turisti di trascorrere una serena stagione estiva".

Sulle spiagge sono inoltre previsti "interventi di pulizia meccanizzata secondo le regole disposte dall’Ente Parco. L’allerta meteo arancio che ha interessato il nostro territorio, inoltre, a ridosso dell’ultimo fine settimana, ha trasportato una quantità imponente di detriti all’altezza della foce del Serchio. Siamo pertanto adesso impegnati a programmare una nuova importante opera di pulizia dell’arenile, che comporterà un notevole dispendio economico per il nostro Ente, anche perché immediatamente successiva alle operazioni eseguite solo poche settimane fa per l’avvio della stagione”.

In via straordinaria per la stagione 2020, in ragione delle misure precauzionali per il Covid-19, sono stati adottati alcuni appositi accorgimenti. Sono espressamente vietate alcune attività, tra cui:  la pratica delle attività ludico-sportive di gruppo che possono dare luogo ad assembramenti; gli sport di squadra (es. beach volley, beach soccer). "E’ inoltre vietato l'accesso all'arenile e agli spazi comuni di Marina di Vecchiano - prosegue Angori - a tutte le persone che presentino sintomi influenzali con febbre superiore a 37,5°. Lo stazionamento sulla battigia deve essere limitato in maniera tale da non generare assembramenti. Tale disposizione non vale per esigenze di controllo dei bambini, ed è a tal fine consentito lo stazionamento di un adulto per bambino".

I fruitori della spiaggia libera potranno utilizzare i servizi igienici degli stabilimenti balneari; i servizi igienici aperti al pubblico dovranno essere adeguatamente regolati dal misure anti-assembramento, ovvero presidiati, secondo modalità decise dal gestore, il quale dovrà
provvedere al mantenimento del rigoroso stato di igiene, anche a mezzo di più cicli di sanificazione nell’arco della giornata. A tal fine, in deroga alle disposizioni contrattuali di ciascun atto concessorio e in ragione delle esigenze poste dall’emergenza COVID, che pongono costi supplementari alle attività, è consentito ai gestori vincolare l’utilizzo dei servizi igienici al pagamento di un prezzo a titolo di indennizzo per i costi sostenuti, finalizzati alla sanificazione dei servizi stessi (pattuito nella cifra di 0,50 centesimi ad ingresso).

E’ inoltre obbligatorio indossare almeno mascherina di tipo chirurgico o di comunità multistrato a copertura del tratto naso-mento in ogni situazione nella quale possa presentarsi l’evenienza del venir meno al distanziamento interpersonale (minimo 1 metro, raccomandati 1,8 metri come da disposizioni regionali, ndr).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Dolci regionali, la ricetta dei cantucci toscani

social

Piatti regionali, la ribollita toscana: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento