Cronaca

Matrimoni, si amplia l'offerta comunale: ora ci si può sposare anche in spiaggia

Si amplia l'offerta comunale per le celebrazioni di rito civile. Sono 3 le nuove possibilità: in spiaggia, al Porto di Pisa e in pineta a Cascine Vecchie

Dal 18 giugno a Pisa ci si potrà sposare anche sulla spiaggia, sul molo o nel bosco. Sono 3 infatti le nuove location che sono state previste al termine della manifestazione di interesse promossa dal Comune: sulla sabbia nell'area privata Invilla, sulla via Litoranea 18 a Marina; di fronte al mare al Porto di Boccadarno e nella pineta storica di lillatro nella Tenuta di San Rossore.

"Si è lavorato a lungo su questa ipotesi di ampliamento delle possibilità - spiega il vicesindaco Ghezzi - che si aggiungono così alle altre 4 location di Sala delle Baleari, Palazzo del Consiglio dei Dodici, Giardino Scotto e Chiesa San Zeno. Sono state selezionate le richieste che hanno rispettato i requisiti di servizi e riservatezza, occorre un ambiente di qualità e particolare per un matrimonio".

La prima sperimentazione durerà fino a settembre. "Non penso ci saranno problemi per continuare anche d'inverno - aggiunge Ghezzi - vediamo intanto come va e se estendere le richieste. I luoghi previsti non sono comuni, specie nel Parco di San Rossore. C'è sorpresa comunque anche nei riti civili se fatti in contesti particolari, nonostante si pensi che sia meno 'sentimentale' come rito".

"La pineta in cui si celebrerà il rito - spiega il direttore del Parco Andrea Gennai - è storica, ha 130 anni, questa iniziativa cerca di creare un più solido legame con il territorio. Si accederà nell'area di bosco limitata alla visita con la guida, gli ospiti saranno accompagnati con i nostri mezzi attraverso scenari suggestivi, si potrà trovare anche modi per usufruire del parco".

Le location saranno infatti allestite dai gestori, e nel luogo sarà possibile concordare con essi servizi aggiuntivi oltre alla stretta celebrazione del rito. Essendo all'aperto sarà comunque previsto anche una soluzione nel caso di maltempo. Per il Parco si tratta della struttura sotto la Villa del Gombo.

Il sì sulla spiaggia ad Invilla sarà "in stile americano, con la sposa a piedi nudi sulla sabbia e le sedie bianche e gli addobbi - spiega l'imprenditore e collaboratore di Confcommercio Davide Bigazzi - una situazione molto d'impatto in una spiaggia privata. In caso di maltempo c'è anche una soluzione interna".

TARIFFE. Non diverse dalle altre sistemazioni le tariffe, comunque sufficienti per coprire i costi che quindi non gravano sulle casse comunali. Se nessuno dei due sposi è residente si pagano 50 euro in più per motivi di istruttoria. Si va dai 370 euro per la location sul litorale (spiaggia e Porto) ai 700 euro per la domenica pomeriggio (festivo) al Parco.

tariffe matrimoni-2

Soddisfatto il consigliere comunale FI-Pdl Giovanni Garzella, che rilancia nuove possibili location per matrimoni: "E' un momento storico per il litorale pisano. Penso che comunque si possa continuare a ricercare luoghi significativi come quello del battello che naviga in Arno o come, ad esempio, gli Arsenali Repubblicani, recentemente restituiti alla città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matrimoni, si amplia l'offerta comunale: ora ci si può sposare anche in spiaggia

PisaToday è in caricamento