rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Al via la maturità 2022: come funziona l'esame e le tracce della prima prova

Pascoli, Giovanni Verga e l'analisi di un discorso del Nobel Giorgio Parisi alla Camera per il tema

E' il primo grande giorno degli esami. Inizia oggi, 21 giugno, la Maturità 2022: alle 8.30 i 539.678 maturandi dovranno affrontare la prima prova scritta degli Esami di Stato, quella di italiano. Secondo i primi dati elaborati dal Ministero, ha ottenuto l'ammissione il 96,2% delle candidate e dei candidati. Nessuno obbligo di mascherina, che viene però 'raccomandata', in particolare in alcune circostanze come, ad esempio, l'impossibilità di garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro. Un ritorno alla normalità quindi non completo, ma l'esperienza 'vera' c'è.

Maturità 2022 prima prova: tutte le tracce

Giovanni Pascoli è l'autore scelto dal ministero dell'Istruzione per la prima prova di maturità, nella sezione Tipologia A - Analisi e interpretazione di un testo letterario. Il testo è 'La vita ferrata', tratto da Myricae. La seconda proposta è invece la novella 'Nedda' di Giovanni Verga.

Per la tipologia B - Analisi e produzione di un testo argomentativo, il tema è quello delle leggi razziali, e il brano un testo tratto dal libro scritto da Gherardo Colombo e Liliana Segre, 'La sola colpa di essere nati'. La seconda proposta della tipologia B è un testo tratto da Oliver Sacks, 'Musicofilia'. La terza proposta della tipologia B è invece il discorso pronunciato dal premio Nobel per la fisica Giorgio Parisi l'8 ottobre del 2021 alla Camera dei Deputati. Al centro del discorso del fisico, il tema del Covid, dei cambiamenti climatici e dell'importanza della scienza.

Per la tipologia C - riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità, la prima proposta è un testo tratto da 'Perché una Costituzione della Terra', di Luigi Ferrajoli, sulla pandemia e i suoi effetti economici e sociali. La seconda proposta è un testo di Vera Gheno e Bruno Mastroianni, tratto da 'Tienilo acceso. Posta, commenta e condividi senza spegnere il cervello'.

Come si svolge la prima prova

La prima prova è predisposta interamente dal Ministero dell’Istruzione: ciò significa che le tracce sono uguali per tutti gli istituti sul territorio nazionale. La prova avrà un valore di soli 15 punti a fronte dei 20 originari pre-pandemia. I maturandi hanno a disposizione 6 ore, un vocabolario, fogli (rigorosamente forniti dalla commissione) e penne. E' possibile consegnare il compito prima dello scadere del termine, a patto che siano passate almeno tre ore.

Ricordiamo che, immortali leggende metropolitane a parte, fino alle 8.30 è impossibile conoscere gli argomenti su cui verteranno le tracce. E' risaputo che tali informazioni saranno di pubblico dominio solo quando le commissioni d'esame inizieranno ad accedere al plico telematico che contiene le tracce, grazie alla password nazionale svelata dal Ministero dell'Istruzione la mattina della prova scritta. 

Seconda prova maturità 2022 

Dimezzato a 10 punti  il valore dello scritto di indirizzo che si svolgerà domani, giovedì 23 giugno, sempre a partire dalle 8.30. Quest’anno la seconda prova verrà preparata dai docenti titolari della disciplina oggetto della prova, e non dal ministero come norma vorrebbe: le tracce saranno quindi uguali solo per le classi quinte dello stesso indirizzo, articolazione o opzione presenti nell’istituto, e verteranno su un'unica materia caratterizzante (anche laddove sono di più). La seconda prova avrà una durata compresa tra le quattro e le sei ore, per gli indirizzi liceali, eccetto gli indirizzi che prevedono attività pratiche, come l’artistico, dove la prova può svolgersi in più giorni. Mentre per istituti tecnici e professionali lo scritto di indirizzo avrà una durata tra le 6 e le 8 ore, a seconda della tipologia di scuola.

Orale maturità 2022

La maturità si chiude come da tradizione con l'orale. L’ultima fase dell’esame corrisponde al colloquio orale, che quest’anno avrà un 'peso' di 25 punti (anziché 20, come vorrebbe l’impianto non emergenziale). Il colloquio ha inizio da un materiale - un testo, un progetto, una immagine - proposto dalla commissione e da cui il candidato dovrà originare una trattazione interdisciplinare che faccia comprendere le sue conoscenze nelle materie studiate nell'ultimo anno, Educazione Civica inclusa. Infine, si prenderà in esame la relazione sulle attività svolte nell’ambito dei Pcto (ex Alternanza scuola-lavoro) e si commenteranno le prove scritte. La durata del colloquio può aggirarsi, indicativamente, tra i 40 e i 60 minuti. Si inizierà il 27 giugno. In alcuni casi (come la quarantena per Covid) è consentito lo svolgimento della prova orale gli studenti che non possono lasciare il proprio domicilio e l'attività dei lavori della commissione e delle sottocommissioni anche a distanza, in videoconferenza (condizione che andrà documentata).

La votazione finale si calcola in centesimi: il voto massimo resta 100, il minimo 60. E' prevista la possibilità di assegnare fino a 5 punti di bonus; possono ottenere la lode quei candidati che conseguono il punteggio massimo sia nel credito sia nelle prove. Durante lo svolgimento della prova orale sarà consentita la presenza di uditori in un numero che consenta una distanza interpersonale di almeno un metro. Resta raccomandato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro, salvo che le condizioni strutturali-logistiche degli edifici non lo consentano, e resta fermo il divieto di accedere nei locali scolastici se positivi al Covid o se si presenta una sintomatologia respiratoria e temperatura corporea superiore a 37,5°. Per quanto riguarda le misure di igienizzazione dei locali e di pulizia, saranno messi a disposizione prodotti igienizzanti in più punti dell'edificio scolastico e, in particolare, all'ingresso dei locali dove si svolgeranno le prove.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la maturità 2022: come funziona l'esame e le tracce della prima prova

PisaToday è in caricamento