rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cronaca

Commemorazione defunti: la visita amara di Maurizio Nerini (Noi Adesso Pis@) ai cimiteri

Il consigliere comunale Nerini ci ha inviato una lettera in cui racconta uno spiacevole episodio con cui ha dovuto fare i conti mentre era in visita ai propri parenti nei vari camposanti cittadini

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del consigliere comunale di Noi Adesso Pis@ Maurizio Nerini:

"Come tanti pisani in questi giorni ho fatto visita ai parenti nei cimiteri della zona, cercando di cogliere gli aspetti positivi del lavoro che stiamo facendo con le commissioni comunali sulle carenze delle strutture cimiteriali e non tanto le macroscopiche difficoltà che sono sotto gli occhi di tutti.
Stavo completando il mio giro, quando due cose mi hanno colpito al camposanto di San Piero.

Per prima cosa, deponendo un lumino come ogni anno sulla tomba di Giuditta Sauli Newbery, sono stato schifato dallo stato di abbandono in cui versa la cappella della benefattrice 'marinese'.

Il peggio però doveva ancora arrivare. Poco dopo ho incontrato un amico con la madre ottantenne che sentendomi parlare con il figlio dei miei impegni politici mi ha detto: “Oh lei che è der Comune... ma lo sa che ir marito un usciva di 'asa 'vando pioveva e ora è qui seporto nella 'piscina'?” Con il termine 'piscina' molti ormai identificano le tombe nella parte nuova del cimitero con problemi enormi di infiltrazioni di acqua. Mi sono vergognato per tutti.
Ho provato a dirle che ce ne stiamo occupando da un anno...ma lei ha ha ribadito: “Se c'avevo ancora le mi' gambe bone ...c'ero tutti i gironi ar Comune a sentì... soldi l'hanno voluti boni...ma di chi è la 'orpa?”.

Ecco questa è la domanda: di chi è la colpa?

Questo è quello che chiede la gente: che si arrivi a trovare le responsabilità almeno questa volta che sono evidenti, con una commissione comunale d'inchiesta che non è scontato che la maggioranza di sinistra che governa Pisa conceda, offuscata da ideologie partitiche fuori dal tempo. Spero solo in uno scatto di orgoglio, se non altro dettato dal buon senso, da parte di chi fa dell'onestà la propria bandiera".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commemorazione defunti: la visita amara di Maurizio Nerini (Noi Adesso Pis@) ai cimiteri

PisaToday è in caricamento