'Medici a scuola', bando in pubblicazione: selezioni aperte anche a medici in pensione

L'inserimento di medici negli istituti scolastici è stato previsto da apposita ordinanza regionale. Intanto sul personale scolastico eseguiti oltre 6mila test seriologici

L'Asl Toscana Nord Ovest al lavoro per permettere l'avvio in sicurezza dell'anno scolastico previsto per il prossimo 14 settembre. L'AUSL è impegnata su più fronti per garantire che il ritorno sui banchi degli studenti avvenga secondo le regole per prevenire e contenere il contagio da Coronavirus. Sta infatti per essere pubblicato il bando per selezionare i cosiddetti 'medici a scuola', ovvero le professionalità mediche da dedicare alle attività sanitarie previste dai protocolli del Ministero della Salute per l’avvio delle attività scolastiche. La loro individuazione è prevista da un'apposita ordinanza regionale che stabilisce anche che l'elenco dei candidati dovrà essere disponibile entro il prossimo 30 settembre. I selezionati stipuleranno con l'AUSL specifici contratti libero professionali. Il bando sarà aperto anche a laureati iscritti all’ordine non in possesso della specializzazione e ai medici in pensione. Si tratta di figure che potranno essere validi punti di riferimento per tutto ciò che riguarda le misure di prevenzione da adottare, i comportamenti da tenere e ogni altro aspetto sanitario inerente la vita scolastica in tempo di Covid. Una misura che rappresenta un ulteriore rafforzamento della sanità territoriale, il cui apporto è fondamentale per affrontare l’emergenza in corso.

L’altro fronte di impegno è rappresentato dall'attività di screening sul personale scolastico attraverso i test seriologici. Dal 21 agosto, sul territorio dell'AUSL Toscana nord ovest. ne sono già stati validati oltre 6mila, registrando 65 positività che hanno richiesto il tampone di verifica. Ad oggi non c’è alcun caso positivo confermato dal tampone. Il test è prenotabile fino al 5 settembre ed è rivolto al personale docente e non docente, che opera nei nidi, nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie pubbliche, statali e non statali, paritarie e private e negli istituti di istruzione e formazione professionali.
Come ha specificato la Regione Toscana, per effettuare lo screening il personale scolastico dovrà rivolgersi in via prioritaria direttamente al proprio medico di medicina generale o, qualora ciò non fosse possibile, presso specifici ambulatori delle aziende sanitarie. Nel caso in cui il personale scolastico decida di rivolgersi alle strutture ambulatoriali delle Asl, potrà prenotare autonomamente il test sierologico attraverso il sito https://rientroascuola.sanita.toscana.it.
Qualora l’esito del test sierologico risultasse 'positivo', la persona interessata dovrà contattare immediatamente il numero verde regionale 800 55 60 60 per fissare l’esecuzione del test molecolare (tampone naso-faringeo) e accertare così l’eventuale sussistenza dell’infezione al virus SARS-CoV-2. In attesa dell’esito del tampone nasofaringeo la persona interessata è tenuta a rimanere in isolamento domiciliare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento