Cronaca Centro Storico / Viale Antonio Gramsci

Stazione: arrivano i 'Merca(n)ti in Galleria' per riqualificare la città

L'iniziativa promossa da Confcommercio nasce per dare una spinta verso la riqualificazione e la sicurezza nella zona della Stazione. L'avvio è fissato per lunedi 8 maggio

Riqualificare e riavvicinare la cittadinanza ad una zona di Pisa che ormai da tempo è costretta a vivere a stretto contatto con persone dedite alla criminalità, esercizi etnici fuori dai limiti delle normative, abusivismo e spaccio. La Stazione Centrale e la sua arteria di accesso, Viale Gramsci, sono uno dei 'salotti buoni' della città, solcati ogni anno da un flusso di turisti e pendolari che si attesta sui 18 milioni di unità.

L'iniziativa 'Merca(n)ti in Galleria', promossa da Confcommercio, con il sostegno di Etruria Eventi ed il patrocinio dell'amministrazione comunale, si pone l'obiettivo di aprire la strada verso il conseguimento di un risultato positivo nell'ambito del miglioramento della sicurezza e della vivibilità, non solo in termini commerciali, di questa zona.

IL PROGETTO. L'iniziativa è stata presentata questa mattina dagli attori principali coinvolti: Federica Grassini, presidente Confcommercio di Pisa; Alessandro Trolese, presidente del Centro Storico Confocommercio; Andrea Ferrante, assessore al Commercio del Comune di Pisa; Federico Pieragnoli, direttore Confcommercio; Marco Luperini di Etruria Eventi.

A partire da lunedi 8 maggio, nei giorni di lunedi, mercoledi e venerdi, con orario continuato dalle ore 9 alle ore 20, le logge che costituiscono la Galleria di Viale Gramsci saranno occupate da banchi di negozianti attivi nei campi del vintage, antiquariato, collezionismo e molti altri. L'iniziativa durerà per i mesi di maggio e giugno: dopodiché verrà stilato un bilancio ed una valutazione complessiva della sperimentazione.

"Fare imprenditoria in questa zona della città è sempre più difficile, e questa iniziativa vuole essere anche un ringraziamento a tutti quei professionisti che negli ultimi tempi hanno dimostrato grande tenacia continuando a tenere in vita le loro attività". La presidente Grassini presenta così il progetto, partendo dalle condizioni disagiate dei commercianti che si trovano a gestire un esercizio in questa zona in numero sempre minore.

"La stazione ed il viale sono una delle porte di accesso primario per Pisa - spiega Trolese - e per questo motivo riteniamo che sia giunto il momento che la città se ne riappropri. Più che un'iniziativa commerciale, questo che sta per essere messo in campo è un vero e proprio progetto di riqualificazione di un quartiere e di miglioramento della sicurezza". Proprio su questo concetto tornano Ferrante e Luperini, che sottolineano come uno dei target da raggiungere dovrà essere quello di "costruire un presidio civico in mano alla cittadinanza ed alla legalità". Il Comune di Pisa ha sostenuto con grande convinzione la proposta di Confcommercio, ribadendo che sono allo studio anche altri progetti, anche sul lato infrastrutturale.

ISTITUZIONI UNITE. Il concetto finale attorno al quale i promotori del progetto si sono detti d'accordo è quello della necessaria sinergia che dovrà sorgere nei prossimi due mesi fra la cittadinanza, i commercianti, l'amministrazione e le forze dell'ordine. L'aspetto commerciale dovrà essere rapidamente superato, perché lo scopo non sarà eclusivamente quello di far avere un ritorno economico ai negozianti, bensì quello di imporre la forza della legalità e della vivibilità in una zona della città in preda alla piccola e media criminalità da molto tempo. 

Per questo motivo viene sottolineato come il progetto abbia incassato il forte e convinto sostegno anche da parte del comandante della Polizia Municipale Stefanelli e del prefetto Visconti, che hanno garantito un impegno concreto per garantire la sicurezza durante lo svolgimento dei mercatini. Da lunedi 8 maggio è attesa anche una risposta partecipativa da parte dei cittadini, per iniziare quella che, citando le parole di Marco Luperini, dovrà essere una "battaglia civica per riconquistare palmo a palmo la città di Pisa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione: arrivano i 'Merca(n)ti in Galleria' per riqualificare la città

PisaToday è in caricamento