Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Cascina

Mercato in via del Nugolaio a Navacchio: è ancora polemica

Botta e risposta fra Confcommercio e Confesercenti, con i primi che ribadiscono il loro no al mercato ed i secondi che insistono sull'ipotesi

Prima il nuovo no di Confcommercio Pisa, poi la risposta di Confcommercio. Non si placa lo scontro fra le associazioni di categoria circa la possibilità di un mercato ambulante a Navacchio, in via del Nugolaio.

"Ribadiamo la nostra contrarietà a questa ipotesi - è l'ultima posizione di Confcommercio e Fiva - che andrebbe ad aggravare una situazione urbanistica già fortemente compromessa, penalizzando le tante attività commerciali che vi lavorano da sempre". L'invito al sindaco Antonelli e all'assessore al commercio del comune di Cascina Nati è quindi quello di "scongiurare tale ipotesi".

Un'opposizione con la disponibilità a sedersi intorno ad un tavolo per tornare a discutere, senza però "accettare fughe in avanti o strumentalizzazioni da parte di chi attraverso mezzi poco ortodossi cerca di raggiungere i propri personalistici fini". Oltre a questa nota dell'associazione ci sono le parole del direttore di Confcommercio Pisa Federico Pieragnoli: "Sono a tutti evidenti i motivi che rendono impossibile realizzare in quell'area un mercato ambulante e solo un vecchio funzionario come il vice-segretario Garzella non vede o finge di non vedere: traffico congestionato ogni fine settimana, infrastruttura viaria insufficiente rispetto ai volumi utenza, cronica mancanza di servizi adeguati alle necessità delle imprese insediate. Ci sarebbe del 'taffazzismo' da parte dell'amministrazione comunale nell'andare a complicare in questo modo una situazione già adesso particolarmente problematica, come peraltro ha già riconosciuto in maniera lungimirante in risposta alla prima richiesta".

"Un funzionario come il vicesegretario Garzella - conclude con una stoccata Pieragnoli - ormai in pensione già da dieci anni, invece di impiegare il suo tempo a difendere l'indifendibile, farebbe bene a godersi il meritato riposo". Rincara la dose anche Franco Palermo, presidente della Fiva provinciale: "Gli operatori di Navacchio non sono affato d'accordo con questo mercato sperimentale e fa sorridere l'accusa di Garzella, proprio lui che applica il metodo del veto ai mercati ambulanti straordinari in tutta la provincia".

Non tarda la risposta di del responsabile area pisana di Confesercenti Giulio Garzella: "Siamo alle solite. Quando Pieragnoli non ha argomenti da contrapporre passa alle offese. Un copione già visto che, per altro, è costato anche una querela al direttore di Confcommercio ritirata solo dopo una sua lettera ufficiale di scuse. Mi piacerebbe invece entrare nel merito della questione mercato in via Nugolaio invece di assistere a queste cadute di stile".

"La vicenda - insiste Garzella - sta scadendo nel ridicolo. Soprattutto nei toni e nelle motivazioni portate da Confcommercio. Pieragnoli parla delle tante attività commerciali che sarebbero penalizzate. Tante? A noi ci pare che l'unica a protestare sia stata quella la cui titolare è ben conosciuta dal direttore Pieragnoli. Non ci risulta che i bar e i ristoranti della zona sarebbero danneggiati da una mercato straordinario, è bene ricordare, con una cadenza semestrale o addirittura annuale".

Sul traffico: "Pieragnoli si mette a fare anche il tecnico comunale della mobilità parlando di problemi dal traffico in quella zona. Forse farebbe bene a chiedere alla polizia municipale se esiste un parere contrario alla proposta di mercato in via Nugolaio; non avrebbe la risposta che si aspetta. Il mercato è collocato in un'area individuata dallo stesso Comune e senza alcuna ripercussione sulla viabilità ordinaria. Sul fatto poi che devo meritarmi la mia pensione, si deve rassegnare. Finchè esistono funzionari come lui io starò qui a fare il mio dovere nell'interesse vero delle categorie che Confesercenti rappresenta".

Una battuta anche nei confronti di Franco Palermo: "Le posizioni della Fiva si commentano da sole. Cosa pensare di una associazione che crea un consorzio personale che fa concorrenza allo stesso mercato che intende rappresentare, visto che a causa della scarsa consistenza dei suoi aderenti, invita altri operatori fuori dall'area mercatale di via Paparelli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato in via del Nugolaio a Navacchio: è ancora polemica

PisaToday è in caricamento