Cronaca San Rossore

Messaggio in bottiglia sulla spiaggia di San Rossore: lo scrive Helene, lo trova Elena

Una commerciante pisana, esattamente come nel film con Kevin Costner, ha trovato la lettera arrotolata in una bottiglia. La mittente è una ragazzina danese di 14 anni che chiede a chi ha trovato il messaggio di contattarla

La bottiglia ritrovata da Elena (foto Facebook)

Le è sembrato di essere stata catapultata nel film con Kevin Costner protagonista ad Elena Pochini, una commerciante pisana che, come riporta oggi il quotidiano La Nazione, ha trovato sulla spiaggia del parco naturale di San Rossore, mentre passeggiava in un pomeriggio di relax, una bottiglia sulla sabbia con dentro la classica lettera arrotolata. Sul foglio poche righe scritte da una ragazzina di 14 anni, danese, che indica un indirizzo on line e chiede semplicemente, a chi la trovi, di contattarla.

La curiosità è che la ragazzina si chiama Helene, lo stesso nome di battesimo della commerciante che ha ritrovato la bottiglia. Sul messaggio non c'è data.
''Ciao - è scritto in inglese - sono felice che qualcuno abbia trovato la lettera. Ho 14 anni e vivo in Danimarca. Se hai instagram seguimi a helenefriisa e commenta una delle mie foto e scrivi che hai trovato la lettera. Ciao Ciao, Helene''.

''Quando ho visto la bottiglia ho creduto di essere dentro il film 'Le parole che non ti ho detto' con Kevin Costner - ha detto Elena a La Nazione - mi sono emozionata tantissimo, proprio come una bambina. E mi sono immaginata una ragazzina triste, magari per un amore non corrisposto. Ma chissà chi è la piccola Helene e cosa voleva dirci con il suo messaggio nella bottiglia....''.

''Ci siamo solo scambiate poche parole attraverso internet e i social network e chissà forse avrebbe preferito trovare un principe azzurro piuttosto che una donna che potrebbe essere sua madre' - racconta Elena - mi ha detto di essere stata contenta che ho trovato il suo messaggio e poco altro, ha condiviso le mie foto del ritrovamento della bottiglia sulla spiaggia sul suo profilo Instagram e stamani l'ho avvisata anche del clamore suscitato dal ritrovamento che è persino finito sui giornali, poi però sono andata a lavorare e dunque non so se mi ha ancora risposto''. Infine, l'imprenditrice pisana svela che la storia del messaggio in bottiglia è nata per caso ''e per addolcire la pillola di un post polemico caricato sul mio profilo Facebook per criticare le condizioni di degrado in cui versa la spiaggia del Gombo''. ''Il ritrovamento risale a un paio di settimane fa - conclude - e ora mi auguro che questa bella storia possa accendere i riflettori anche sulla necessità di mantenere maggiormente pulita la splendida spiaggia di San Rossore, invasa invece di rifiuti di ogni genere. Per questo, per addolcire la pillola, a corredo delle mie critiche avevo anche pubblicato la foto del ritrovamento del messaggio''.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messaggio in bottiglia sulla spiaggia di San Rossore: lo scrive Helene, lo trova Elena

PisaToday è in caricamento