Cronaca

Accoglienza: i migranti ospiti della Croce Rossa volontari per il decoro

Firmata a Palazzo Gambacorti la convenzione fra Comune e l'associazione per far operare sul territorio squadre di profughi. Puliranno le aree verdi, scritte sui muri e affissioni abusive

Lavori di facile e riconoscibile impatto come passo importante per l'integrazione. Prende corpo operativo la collaborazione già in atto fra il Comune e la Croce Rossa con la convenzione firmata oggi, 23 febbraio, a Palazzo Gambacorti per lo svolgimento di interventi di pulizia su Pisa e San Giuliano Terme di squadre di migranti volontari dell'associazione. Le aree di competenza saranno proprio i territori dei due comuni, dove la Croce Rossa ospita 445 migranti divisi in 10 strutture.

I volontari partecipanti sono circa 60. Le attività - si legge nella convenzione - vanno dalla raccolta di piccoli rifiuti alla pulizia del verde, poi rimozione di affissioni abusive e cancellazioni di scritte su mura ed immobili. In via ordinaria le operazioni saranno svolte due volte a settimana. Sarà il Comune ad indicare i siti dove opereranno le squadre, composte da 6 migranti sotto la guida di un operatore della Croce Rossa.

"Per ogni intervento - spiega il presidente dell'associazione di Pisa Antonio Cerrai - saranno impiegate dalle 5 alle 20 persone ogni volta. Essendo attività del tutto volontaria non c'è un'organizzazione fissa. I ragazzi non percepiscono alcun compenso, hanno copertura assicurativa e vengono forniti di tutte le dotazioni necessarie. Si tratta di un primo progetto per attività di pubblica utilità facilmente realizzabili, abbiamo in programma iniziative più complesse e di valore sociale, ma serve una rete di organizzazioni che sta curando la Società della Salute. Come sempre siamo a disposizione".

L'assessore al sociale e presidente della Sds Sandra Capuzzi ringrazia la Croce Rossa e parla del momento anche mediatico della questione profughi: "Tanto non si conosce dell'accoglienza, ma l'attività della Croce Rossa aiuta molto a gestire quella che è una costante emergenza. A volte sappiamo con preavviso di poche ore dell'arrivo di migranti e l'associazione c'è sempre. E' stata sempre in prima fila e si deve rendere loro merito, tanto per rispondere a chi parla di business e monopolio. Il sistema poi, sulla base di questa prima convenzione, sarà allargato ai vari soggetti possibili come le cooperative per sviluppare le relazioni e fare attività sempre più coordinate".

"Questo percorso - prosegue la Capuzzi - va nella logica dell'integrazione, nel mettere in contatto le rispettive comunità. E' tutto su base volontaria, i ragazzi sono liberi di scegliere e riconoscono il valore aggiunto di stare insieme per conoscere e conoscersi. Chi parla di schiavismo o cose simili dovrebbe usare toni diversi, se si dice favorevole all'integrazione".

"Mi impegnerò per rendere questo progetto apripista in altri comuni - afferma il sindaco Filippeschi - si istituzionalizza la prima sperimentazione fatta con successo dalla Croce Rossa. Si rende la città più bella e sociale, è il segno che nonostante il momento difficile la tradizione civile della Toscana resiste. Si parla di pace: lasciare un varco a intolleranza e razzismo porta a conseguenze che la Storia ha già mostrato. E' vero che il carico della solidarietà va diviso con altri paesi, ma intanto dobbiamo intervenire per assicurare l'assistenza a chi fugge da emergenze umanitarie e condizioni di vita inaccettabili, dando loro anche la possibilità di rendersi utili e recuperare spirito di fare e dignità".

Nel comune di Pisa sono ospitati 314 migranti. A San Giuliano, nella struttura di via San Jacopo, sono in 217. "I ragazzi sono molto curiosi - racconta l'operatore CR Paolo Casigliani - la vita nel campo non è mangiare e dormire. Sono autonomi, ci chiedono spesso libri in italiano per imparare la lingua. Molti amano il calcio, abbiamo fatto una squadra di calcio a 7. Mai avuto un problema con i cittadini o le autorità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza: i migranti ospiti della Croce Rossa volontari per il decoro

PisaToday è in caricamento