Cronaca

Chianni, parà ferito durante esercitazione: "Un allievo aveva caricato l'arma con colpi ordinari"

Un tragico errore che sarebbe potuto costare caro a Simone Bagnoli, il militare ferito un mese fa mentre si trovava nei boschi di Chianni. Un allievo avrebbe sbagliato a caricare l'arma. "Ho sentito come un pugno nello stomaco" ricorda il parà

"Sono stato colpito da un allievo che aveva caricato il suo fucile per errore con proiettili ordinari e non a salve come avrebbe dovuto". A pochi giorni dalla dimissione dall'ospedale Lotti di Pontedera, Simone Bagnoli, 44 anni, il paracadutista del Reggimento Col Moschin di Livorno ferito all'addome lo scorso 23 maggio durante un'esercitazione nei boschi di Chianni, parla per la prima volta dopo l'incidente.

"Ero a bordo di un mezzo, insieme a un mio collega - ricorda il 44enne, veterano di guerra e da anni addestratore del reparto speciale - appena sono sceso ho sentito come un pugno nello stomaco. Erano previsti spari, ma a salve. Invece, il dolore mi ha tolto il respiro. Mi sono reso conto di essere stato ferito e ho chiesto aiuto al mio collega che mi ha chiuso la ferita con una busta di plastica e mi ha impacchettato prima di sistemarmi sul mezzo e andare incontro ai soccorsi che nel frattempo erano stati allertati. In ospedale siamo giunti dopo un'ora, ma i medici mi hanno detto che se ci fosse stato un ritardo anche di un quarto d'ora sarei morto".


Il militare è rimasto 24 ore in rianimazione per poi essere operato. Il direttore generale dell'Asl 5 di Pisa, Rocco Damone, ha ringraziato i medici del 118, della chirurgia, dell'anestesia e della rianimazione per l'ottimo lavoro svolto. Ora Bagnoli andrà in convalescenza, ma non vede l'ora di rientrare a lavoro. "Mi ha sparato un allievo che ha caricato per errore il fucile con colpi ordinari - riprende il parà - mi è stato detto che avrebbe preso di sua iniziativa il caricatore con proiettili ordinari al poligono la settimana prima dell'incidente. Lo ha inserito per errore nel suo fucile e non si è reso conto di quel che stava succedendo. Tanto che, insieme al colpo che mi ha raggiunto, ne ha sparati molti altri addosso al mezzo sul quale viaggiavo, rischiando di ferire anche il mio collega". (fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chianni, parà ferito durante esercitazione: "Un allievo aveva caricato l'arma con colpi ordinari"

PisaToday è in caricamento