Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Sicurezza: forze dell'ordine e guardie giurate insieme per combattere i reati

Grazie al Protocollo 'Mille Occhi sulla Città' gli istituti di vigilanza privata collaboreranno con Polizia, Carabinieri e Polizia Municipale per segnalare reati e particolari situazioni di degrado urbano

Un controllo più efficace del territorio. Questo l’obiettivo del Protocollo d’intesa 'Mille Occhi sulla Città' sottoscritto stamani in Prefettura nel corso di una riunione presieduta dal prefetto di Pisa Francesco Tagliente cui hanno partecipato il sindaco Marco Filippeschi, i Vertici delle Forze e dei Corpi di Polizia e i rappresentanti degli Istituti di vigilanza privata aderenti all’iniziativa.

Per prevenire quei reati che possono suscitare insicurezza nella popolazione, il Protocollo sviluppa un sistema di sicurezza sinergico tra le iniziative pubbliche e private, nella cornice della sussidiarietà e della complementarietà, valorizzando i compiti di osservazione delle guardie giurate e garantendo moduli collaborativi tra gli Istituti di vigilanza privata, le Forze di Polizia e le Polizie Municipali.

Con la stipula del Protocollo, le guardie giurate, pur non esercitando funzioni di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria, svolgeranno i compiti di osservazione e raccolta di elementi di interesse per le Forze di Polizia e le Polizie Municipali, nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti sulla privacy.

L’accordo, che dà attuazione, a livello locale, al Protocollo sottoscritto dal Ministero dell’Interno, dall’Anci e dalle Associazioni rappresentative degli Istituti di vigilanza privata, prevede una valorizzazione dei compiti di osservazione mediante l’attivazione di un sistema operativo, omogeneo ed organico, di collaborazione informativa tra le Centrali Operative degli Istituti di vigilanza e quelle delle Forze dell’Ordine e delle Polizie Municipali, allo scopo di segnalare situazioni di interesse per l’ordine e la sicurezza pubblica, comprese quelle relative a fattori ambientali e di degrado che incidono sulla sicurezza urbana.

Le informazioni, riguardanti la commissione di reati, la sicurezza stradale e i servizi pubblici essenziali, verranno inoltrate alla Sala Operativa della Questura e alla Centrale del Comando Provinciale dei Carabinieri, mentre quelle relative alla sicurezza urbana e a particolari situazioni di carattere sociale saranno indirizzate alla Sala Operativa della Polizia Municipale, secondo procedure tecniche che saranno definite in sede di 'Tavolo Tecnico' dal questore Gianfranco Bernabei.protocollo mille occhi sulla città-2

“La firma del Protocollo di oggi - ha sottolineato il prefetto Tagliente - rappresenta un passo decisivo per l’attuazione di un sistema di sicurezza partecipata, nella cornice della sussidiarietà e della complementarietà, che vede coinvolti gli Istituti di vigilanza privata in un rapporto di stretta collaborazione con le Forze dell’Ordine e la Polizia Locale”.

Il Protocollo è stato sottoscritto anche da Annamaria Gamberini del Corpo Vigili Giurati, Mariano Bizzarri del Corpo Guardie di Città, Domenico De Luca de Il Globo Vigilanza S.r.l., Claudio De Luca dell’IVRI S.p.A., Corrado Cellai di Securpol Group S.r.l., Rosario Golfieri di Securitas Metronotte S. Giorgio, Sebastiano Coffaro dell’Istituto Milano Axitea S.p.A., Giuliana Gamberini di Lince S.r.l. e Susanna Cosmi di Vesuvio S.r.l.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza: forze dell'ordine e guardie giurate insieme per combattere i reati

PisaToday è in caricamento