Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Cisanello / Via Italo Bargagna

Via Bargagna, minacciati davanti alle Poste: "Caro Prefetto la città non è sicura"

Un giovane di 23 anni è rimasto profondamente colpito da un episodio che è avvenuto giovedì scorso. Per questo ha deciso di scrivere una lettera al prefetto Francesco Tagliente per esprimere tutta la sua paura

Aggredito verbalmente insieme ad un'amica da un cittadino rumeno per un futile motivo scrive una lettera al Prefetto, e per conoscenza anche al sindaco Marco Filippeschi, per chiedere più sicurezza in città.

Ecco la lettera che è stata consegnata in Prefettura e al Comune di Pisa e che è stata inviata anche a noi.

"Sono un ragazzo di 23 anni residente nel comune di San Giuliano Terme ma vivo molto la città, mi rivolgo direttamente a lei (al Prefetto, ndr) che rappresenta la massima Istituzione della nostra città per condividere con lei la mia totale indignazione e paura su cosa sia diventato il nostro centro urbano e la nostra quotidianità.
Giovedì 3 aprile in compagnia di una mia carissima amica mi trovavo davanti alle Poste di Via Bargagna, lei ha avuto un diverbio con il suo vicino di casa per futili motivi condominiali.
In difesa di questo Signore è giunto improvvisamente un Romeno che forse conosceva, questa persona dal nulla si è rivolta a me e alla mia amica con minacce pesanti, personali, sessiste e omofobe di una gravità assoluta, per nostra fortuna in zona si trovava una pattuglia dei Vigili Urbani che richiamati dalla nostra attenzione sono intervenuti subito, a loro volta però sono stati minacciati e aggrediti verbalmente davanti alle molte persone accorse impaurite e impietrite davanti a tutto questo.
Caro Prefetto mi viene da chiedere a lei e al Sindaco di Pisa Marco Filippeschi che chiamate 'movida' i giovani che siedono in Piazza dei Cavalieri,in Piazza delle Vettovaglie la sera tenendo viva la nostra città,ammetto che fra queste persone ci sia spesso inciviltà e maleducazione ma la riflessione che le faccio presente è:
come si può combattere i giovani senza usare dialogo ?
come si può chiedere il rispetto delle regole se poi non si può camminare sicuri per le strade della nostra città ?
come si può fare multe ai locali se tengono la musica alta e poi le nostre Piazze la sera sono piene di venditori abusivi che si aggirano indisturbati ?
come si può fare aprire Mini Market ovunque senza nessun rispetto di regole e
poi si chiede di rispettare le regole ai nostri commercianti?
come si può dire che non ci sono Forze dell'ordine sufficienti e poi per le partite e per varie situazioni come lo spostamento delle bancarelle dal Duomo vengono impiegati moltissimi di uomini in divisa.?

Io sono una persona aperta, sono una persona che ama la sua città, sono una persona che da sempre è in prima linea nel suo piccolo per cercare di migliorare anche con critiche l'operato delle nostre Istituzioni ma quando si è i protagonisti di una vera e propria aggressione verbale, quando si vede come una persona extracomunitaria possa permettersi di insultare con aria arrogante e ammettere di non aver paura delle nostre forze dell'ordine, le mie forze dell'ordine che vengono oltretutto per difendere me e i miei concittadini ci si sente davvero impotenti e abbandonati da tutti.
Pisa è ormai come voi tutti sapete ostaggio della criminalità, dell'illegalità che avviene davanti agli occhi di tutti, c'è l'urgenza e la necessità di intervenire subito come da tempo tutta la città chiede, servono regole severe e dure e 'tolleranza zero', Io Vorrei poter camminare per strada senza paura di essere insultato o aggredito, io vorrei vedere quartieri come le zone della stazione vere è proprie vetrine di accoglienza per la città e non un ritrovo di balordi e spacciatori pronti ad aggredire e borseggiare i turisti,vorrei che prima di di lamentarsi dei Giovani ci si lamenti dello spaccio che tiene in ostaggio la nostra città.
Siamo indifesi caro Prefetto e lei deve intervenire subito perché è già tardi, lo chiedo come cittadino e come giovane che vuole un futuro migliore per la propria città che torni ad essere accogliente e calorosa come sempre ma sia anche in grado di mettere al primo posto la sicurezza e il rispetto di tutti i cittadini".

LETTERA FIRMATA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Bargagna, minacciati davanti alle Poste: "Caro Prefetto la città non è sicura"

PisaToday è in caricamento