Cronaca

Minaccia il suicidio al telefono: salvato da Polizia e Carabinieri

La persona è rimasta in collegamento con la Centrale operativa del 113 per trentacinque minuti, in attesa che i Carabinieri del Comando di Livorno arrivassero sul luogo

La disperazione per una condizione di disagio che si tramuta in cieca volontà di mettere fine alla propria vita, il sangue freddo di un operatore della Centrale operativa del 113 e la velocità di risposta del Comando dei Carabinieri di Livorno. E' terminata con un lieto fine la vicenda che ha coinvolto un uomo residente a Pisa e le forze dell'ordine intervenute per evitare che commettesse il gesto minacciato al telefono.

La persona, provata dal problema dell'alcolismo, ha telefonato alla Centrale operativa per comunicare la sua intenzione di suicidarsi. Un operatore ha intrattenuto l'uomo per trentacinque minuti, favorendo così l'arrivo nel luogo dove si trovava l'uomo di una pattuglia dei Carabinieri di Livorno, la stazione più vicina. Grazie all'intervento combinato delle forze dell'ordine l'uomo è stato dissuaso dal gesto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia il suicidio al telefono: salvato da Polizia e Carabinieri

PisaToday è in caricamento