Cronaca

Strage di Parigi, alle 12 l'Ateneo si ferma: un pensiero alle vittime

Il minuto di silenzio è stato richiesto dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane. Il rettore Augello: "Un attacco rivolto contro la libertà che è alla base del nostro sistema democratico e del nostro modo di vivere"

(foto Infophoto)

Anche il mondo universitario pisano si ferma alle 12. Un minuto di silenzio, come richiesto dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, per dedicare un pensiero alle vittime della strage di Parigi di venerdì sera.

Il rettore Massimo Augello ha  inviato una lettera a tutti i membri della comunità accademica pisana per invitare i docenti, il personale amministrativo, tecnico e bibliotecario, gli studenti, ad osservare il minuto di silenzio:

Cari colleghi, personale amministrativo, tecnico e bibliotecario, studenti,

l’Università di Pisa esprime profondo cordoglio alle famiglie delle vittime della terribile strage di Parigi dello scorso venerdì e solidarietà a tutti i cittadini della Francia colpiti intimamente da questa tragedia. Il nostro Ateneo si unisce alla condanna espressa dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane per un attacco rivolto contro la libertà che è alla base del nostro sistema democratico e del nostro modo di vivere, riaffermando nello stesso tempo che le università sono e rimarranno custodi di un’impresa umana, quella del Sapere, che è per sua natura pacifica e tollerante.

Vi invito pertanto a osservare - oggi, lunedì 16 novembre, alle ore 12 - un minuto di silenzio per dedicare un pensiero alle vittime degli attacchi terroristici, che erano cittadini inermi e in gran parte giovani, tra i quali numerosi studenti universitari e anche una dottoranda italiana che seguiva i corsi di Demografia all’Università della Sorbona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Parigi, alle 12 l'Ateneo si ferma: un pensiero alle vittime

PisaToday è in caricamento