Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Misericordia, Cobas: "Dopo i 32 licenziamenti la parola passi al personale!"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Molto si è detto e scritto sulla Misericordia, sicuramente tardivi sono gli interventi del Sindaco  che avrebbe potuto e dovuto fare molto di più, per esempio intervenire sulle associazioni di volontariato, sulla società della salute e l'azienda ospedaliera per inserire clausole sociali a tutela dei posti di lavoro nelle convenzioni del trasporto sanitario e sociale.

Se Filippeschi vuole fare qualcosa di utile , intervenga per applicare queste clausole che consentirebbero a diversi lavoratori di essere assunti dalle associazioni in convenzione.

La attenzione è deviata ad arte verso l'inchiesta in corso della Procura, ossia verso il recente passato quando noi vogliamo anche guardare al presente, un presente fatto di disoccupazione.

Vorremmo capire se corrisponde a verità la notizia secondo la quale il nuovo revisore dei conti subentrato al posto di un collega dimissionario lavorerebbe a stretto contatto con lo studio del governatore Marchetti. E' troppo chiedere lumi?

Se il Sindaco e l'ospedale non riescono neppure a inserire clausole sociali negli appalti pubblici, come è possibile intervenire positivamente sul privato?

Con i licenziamenti avvenuti, esiste ancora nella Misericordia la figura del responsabile del servizio prevenzione e sicurezza prevista per altro dalla legge ?

Il giorno 13 Novembre ci sarà un incontro in Regione. Chi vuole escludere i cobas da questo incontr quando i cobas sono stati i soli per mesi a chiedere i contratti di solidarietà?

Molti hanno fatto promesse ma ad oggi nè dal gruppo Greco, nè da Armani, nè dalla Lega Coop e dalla Confcooperative è arrivata la offerta di un posto di lavoro, non credete che si siano utilizzati a fini politici i lavoratori della Misericordia?

Perchè l'Ammninistrazione Provinciale non prevede un percorso formativo per i licenziati finalizzato a qualifiche spendibili sul mercato del lavoro? E il terzo settore, le rsa sono disposte ad accogliere le professionalità del personale licenziato?

Cobas
Lavoratori\trici licenziati dalla Misericordia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Misericordia, Cobas: "Dopo i 32 licenziamenti la parola passi al personale!"

PisaToday è in caricamento