rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cronaca

Massacra la moglie con un bastone di alluminio davanti alla figlia di un anno

L'uomo, che non era nuovo alle violenze contro la compagna, è stato arrestato e condotto al Don Bosco. La donna non ha avuto il coraggio di denunciare il marito, per questo è stato necessario un intervento d'ufficio da parte dei Carabinieri

Una storia di violenza e sopraffazione sulla quale l’intervento dei Carabinieri ha permesso di scrivere la parola fine. L’ennesima lite in famiglia e l’ennesimo episodio di violenza domestica che ha visto l’intervento di una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri pisani.

Sul posto i militari hanno accertato che il marito, cingalese di 33 anni, con un bastone in alluminio aveva picchiato la moglie, cingalese di 27 anni, procurandole ferite al collo e agli arti giudicati guaribili in 7 giorni. Il fatto era avvenuto alla presenza della loro figlia di solo un anno, rimasta sicuramente traumatizzata dall’evento.

Nonostante la folle violenza, la donna non ha trovato il coraggio di denunciare il marito, ma per fortuna la nuova normativa sulla violenza di genere e gli atti persecutori permette un intervento d’ufficio, concordato tra i militari ed il P.M. di turno.

Ulteriori accertamenti dei Carabinieri hanno permesso di portare alla luce precedenti episodi simili, l’ultimo a gennaio scorso, dove la giovane moglie si era presentata al pronto soccorso di Cisanello, denunciando violenze che ormai andavano avanti da più di un anno.

Questa volta per il marito sono scattate le manette ai polsi per maltrattamenti in famiglia e lesioni.

L’arrestato è stato quindi associato al carcere Don Bosco, a disposizione dal P.M. di turno.

Fatti come questi non possono e non devono essere sottovalutati, poiché spesso possono arrivare ad avere anche tragici risvolti: pertanto i Carabinieri invitano tutte le vittime a farsi avanti e denunciare i maltrattamenti senza paure verso gli autori dei reati, i quali, spesso, continuano imperterriti nel loro comportamento proprio sentendosi protetti dalla condizione di soggezione psicologica della stessa vittima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacra la moglie con un bastone di alluminio davanti alla figlia di un anno

PisaToday è in caricamento