rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca San Miniato

Aveva coronato il sogno di incontrare i bambini fotografati nel '45: si è spento il soldato Edward

Edward Roethel lo scorso dicembre aveva salutato in videochiamata alcuni dei bambini immortalati in uno scatto durante il suo servizio militare sul fronte italiano

Un profondo cordoglio ha unito l'intera comunità di San Miniato, che si era stretta attorno alla figura fragile di Edward Roethel. Il veterano ultranovantenne dell'esercito statunitense che lo scorso dicembre aveva coronato il sogno di una vita intera, ritrovare e parlare con alcuni dei bambini fotografati durante il suo servizio militare sul fronte italiano durante la Seconda guerra mondiale, è scomparso nella notte tra il 15 e il 16 marzo a New York. Nell'estate del 1945 Roethel si trovava a San Miniato e immortalò otto bambini nei pressi del Duomo del paese: 76 anni dopo grazie al supporto del Friends of the National World War II Memorial ha manifestato l'intenzione di ritrovare e salutare quelli che nel frattempo erano divenuti uomini e donne adulti.

Una richiesta accolta con entusiasmo dal sindaco Simone Giglioli, che ha deciso di diffondere lo scatto con l'appello, a chiunque si fosse riconosciuto, di rispondere al Comune di San Miniato così da avviare l'organizzazione dell'incontro. Dopo controlli e verifiche, la ricerca promossa all'interno della comunità sanminiatese ha prodotto l'individuazione di cinque degli otto bambini fotografati nel 1945. L'incontro con l'ex soldato Edward Roethel è avvenuto il 17 dicembre scorso, in un'atmosfera carica di emozione e commozione: nella Sala del Consiglio di San Miniato erano presenti Roberto Santini, Bruno Vincenti in rappresentanza della sorella Liliana, Giovanni e Anna Maria Pretini, Maria Ciarini Agnesi, Altina Altini e in videocollegamento da Livorno Maria Brondi.

Appresa la notizia della scomparsa del veterano statunitense, il sindaco Giglioli ha espresso così il cordoglio di tutta la comunità che rappresenta: "La storia di Edward ci ha appassionato sin da subito e aver realizzato il suo sogno è qualcosa di incredibile, che non dimenticheremo mai. Resta il rammarico di non averlo potuto incontrare di persona ma, grazie alla sua ricerca, siamo riusciti a rintracciare le testimonianze e i racconti di questi ex bambini. Storia commoventi che ci hanno riportato indietro nel tempo, ai momenti difficili della guerra, che qui da noi ha lasciato un segno indelebile. Ciao Edward!".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva coronato il sogno di incontrare i bambini fotografati nel '45: si è spento il soldato Edward

PisaToday è in caricamento