Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Lutto all'Università di Pisa: scomparso Paolo Meletti

Insignito dell'Ordine del Cherubino nel 1976 fu direttore dell'Orto Botanico e promotore del Museo di Storia Naturale di Calci

Si è spento nella notte tra il 12 e il 13 marzo, a 89 anni, il professor Paolo Meletti, nato a Montemarciano (Ancona) nel giugno 1927. Laureato in Scienze Naturali a Pisa nel 1950, nel 1956 diventò assistente di Botanica a Cagliari, dove nel 1959 ricevette l'incarico di direttore dell'Istituto e Orto botanico, carica che tenne fino al 1965. Vinto il concorso a cattedra, nello stesso 1965 venne chiamato dalla facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali dell'Università di Pisa dove assunse la direzione dell'Istituto e dell’Orto, fino all'istituzione dei dipartimenti. Dirigerà poi il dipartimento di Scienze botaniche dal 1995 al 2000.

E' stato membro del Consiglio di amministrazione dell’Ateneo. A lui si deve la compilazione di un 'libro bianco' sulle realtà museali dell'Università pisana e la realizzazione del volume 'Arte e Scienza nei Musei dell'Università di Pisa', edito dalla Plus nel 2002, dove Paolo Meletti viene definito dal Rettore "primo artefice e motore instancabile" dell'opera. Meletti ha continuato ad occuparsi del sistema museale universitario fino a pochi mesi fa, curando la stampa del periodico 'Musei dell'Università di Pisa' che aveva ideato e diretto. Sarà nominato Curatore onorario del Museo di Storia naturale e del Territorio di Calci.

E' stato presidente della prestigiosa Società Botanica Italiana dal 1973 al 1978; ha diretto la rivista 'Informatore Botanico Italiano' dal 1972 al 1978; è stato insignito dell'Ordine del Cherubino nel 1976 ed è stato vice presidente e infine presidente della Società Toscana di Scienze Naturali.

"La scomparsa del professor Paolo Meletti - ha detto il rettore Massimo Augello - è un grave lutto per l'Ateneo di Pisa, in quanto figura eminente di docente e di studioso che nel corso della carriera ha assicurato un costante e prezioso apporto alla vita della nostra Istituzione".

Il sindaco di Pisa Filippeschi: "Il suo nome è indissolubilmente legato a due luoghi di grande rilievo per Pisa e il territorio, come l'Orto Botanico di cui fu direttore e il Museo di Storia Naturale di Calci di cui fu uno dei promotori e ideatori. La sua memoria sarà di sprone all'impegno di rilancio di questi luoghi di storia e di scienza. Pisa lo ricorda con riconoscenza e con affetto. Alla Famiglia le più sincere condoglianze mie personali e di tutta la Giunta Comunale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto all'Università di Pisa: scomparso Paolo Meletti

PisaToday è in caricamento