Moschea: c'è il via libera della Soprintendenza ma con alcune prescrizioni

Il via libera è stato trasmesso agli uffici comunali nei giorni scorsi ed è stato reso noto giovedì dalle opposizioni in Consiglio Comunale: "Tenuto nascosto per scopi elettorali"

La Soprintendenza di Pisa ha espresso parere favorevole, anche se con alcune prescrizioni, al progetto presentato dalla comunità islamica per la realizzazione della Moschea a Porta a Lucca. Il via libera è stato trasmesso agli uffici comunali nei giorni scorsi ed è stato reso noto ieri, 24 settembre, dalle opposizioni in Consiglio Comunale. Il parere della Soprintendenza arriva dopo che lo stesso ente aveva chiesto al Comune di riattivare il procedimento per il rilascio del permesso a costruire. Il tutto dopo la sentenza del Tar che aveva annullato la decisione del Comune di non autorizzare la costruzione dell'edificio di culto.

"A seguito di un’attenta e approfondita analisi - si legge nel documento della Soprintendenza - si ritiene che l’edificio proposto sia compatibile con i valori paesaggistici dell’area". Il lotto su cui si propone la realizzazione del Centro di cultura islamica, si legge ancora nell'atto, è infatti "parte di un tessuto fittamente urbanizzato. Non appare possibile, pertanto, confermare il diniego sulla base delle motivazioni avanzate dalla Commissione Comunale del Paesaggio".  

Le prescrizioni

La Soprintendenza detta anche alcune prescrizioni. In particolare che "l’edificio venga ruotato rispetto alla collocazione e all’orientamento previsti nel progetto e sia allineato agli assi di riferimento del tessuto circostante e dell’edilizia del villaggio Cento Fiori", in direzione "perfettamente parallela rispetto all’asse stradale di via Chiarugi" per generare "un più efficace e misurato assetto dell’ organizzazione dell’intera area". Chiede inoltre di "valutare la possibilità di ridimensionare l’area e l’elemento di accesso all’edificio indicato come centro culturale e allineare lo stesso all’ edificio di culto, avanzando il lato perimetrale in direzione nord-ovest". Infine "che i parapetti in ferro dei terrazzi posteriori siano sostituiti da parapetti pieni in muratura, al fine di ottenere una maggiore omogeneità compositiva e armonia con il contesto".

Le reazioni politiche

Tra i primi a commenta il capogruppo in Consiglio Comunale del Pd, Matteo Trapani. "La Sovraintendenza - dice Trapani - ha dato parere favorevole in data 11 settembre ma ovviamente il parere è stato tenuto ben nascosto durante le elezioni. Ora le politiche della Lega sono state tutte affondate e il voto ne è una conferma. Costruiamo una Pisa più inclusiva, plurale, sostenibile e che guarda al futuro". Sulla stessa linea l'altro consigliere del Pd, Vladimiro Basta: "Abbiamo svelato gli escamotage messi in campo dalla Giunta Conti per impedire un diritto acquisito dalla comunità islamica. Abbiamo smascherato tutti gli alibi di Palazzo Gambacorti su questa vicenda. La Moschea si farà".

Il consigliere comunale di Diritti in Comune, Ciccio Auletta, parla invece di "una vittoria fondamentale a difesa dei principi della nostra Costituzione contro le politiche razziste e islamofobe della Lega. Hanno provato a tenere nascosto il parere favorevole della Soprintendenza ma li abbiamo 'sgamati'. Ecco la trasparenza del sindaco e della Lega che usano la macchina comunale per la propria campagna elettorale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Coronavirus in Toscana: più di 1.800 i nuovi casi, 5 decessi a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento