Allo Spazio Espositivo Logge di Banchi una mostra sulla caduta del muro di Berlino

L'esposizione, composta da decine di fotografie e da un video, verrà inaugurata il 27 dicembre e sarà visitabile fino al 25 gennaio

Il Comune di Pisa rende omaggio a un momento storico fondamentale per l’Europa: l’abbattimento del muro di Berlino, con la mostra video-fotografica 'FALL WALL - Il Muro 30 anni prima', visitabile dal 27 dicembre al 25 gennaio, presso lo Spazio Espositivo Logge di Banchi (inaugurazione alle ore 18.00). La mostra è la prima tappa di un progetto più ampio su alcuni momenti storici del Novecento.

Nel 1989, esattamente trenta anni fa, veniva aperto e poi distrutto il simbolo della divisione tra est e ovest, tra paesi democratici e paesi sotto il controllo dell’Unione Sovietica. "Vogliamo aprire le coscienze - dice l’assessore alla Cultura Pierpaolo Magnani - e far vedere cosa fu quel momento speciale della storia. Quando i tedeschi dell’Est si riversarono ai check-point per andare a vedere Berlino Ovest, tutti capimmo che stava cambiando il mondo e che nulla sarebbe stato più come prima".

L’allestimento è a cura dell’associazione 'Società Italiana dei Viaggiatori' ed è stato progettato e realizzato dallo scrittore e storico delle arti visive, Alessandro Agostinelli e dalla fotografa e studiosa di arti multimediali, Marzia Stevenson Maestri. Il primo era a Berlino a spaccare il muro nel 1989; la seconda è andata a Berlino quest’anno, nel trentennale. Entrambi hanno scattato delle immagini del muro e di ciò che gli ruotava/ruota intorno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mostra vedrà esposte una grande fotografia della notte del 31 dicembre 1989 sotto la Porta di Brandeburgo, 17 medie fotografie in bianco e nero, e circa 40 piccole foto quadrate a colori che raccontano a ritmi differenti ieri e oggi del muro. In mostra anche un video che tiene insieme i dati emotivi del muro e di quel 1989, quando, probabilmente per un errore, un ministro della Germania Est dichiarò che le frontiere con l’Ovest erano aperte. Agostinelli che era a spaccare il muro in quell’inverno 1989 ricorda la gioia e le speranze di quel periodo, mentre Maestri analizza da vicino i resti di un’opera che ancora oggi attrae milioni di visitatori a Berlino, in quella che potremmo definire sempre più la capitale dell’Europa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento