rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Apprezzamenti e consensi per 'Manca sempre qualcosa', l'omaggio di Pisa a Pasolini

La mostra è stata visitata a sorpresa anche da Graziella Chiarcossi, attrice e cugina dello scrittore

E' stata una visita inattesa quella che Graziella Chiarcossi ha voluto fare a Palazzo Lanfranchi, sede del Museo della Grafica, che ospita la mostra 'Manca sempre qualcosa…', dedicata a Pier Paolo Pasolini, in occasione delle celebrazioni del centenario della sua nascita. "La mostra è bellissima. Grazie": con queste parole, la Chiarcossi, cugina dello scrittore e attrice in alcuni suoi film, ha voluto firmare il registro delle presenze. Poi, ha incontrato l’assessore al turismo del comune di Pisa, Paolo Pesciatini, e il direttore del Museo della Grafica, Alessandro Tosi e Massimo Trocchi.

"E' stato un grande onore avere ricevuto a Pisa Graziella Chiarcossi che di Pier Paolo Pasolini è non solo cugina ma anche attenta custode della sua opera - commenta l’assessore al turismo Pier Paolo Pasolini - mi ha fatto piacere che abbia apprezzato l’omaggio che la nostra città ha voluto dedicare all’opera dell’artista. Così come non posso non essere soddisfatto dell’attenzione che la mostra, che ha ottenuto tra gli altri il patrocinio del Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia, sta riscuotendo anche tra i giovani. Sui social, ad esempio, sta girando un filmato, diventato virale, che promuove la mostra realizzato proprio da giovani. Segnale evidente che l’evento è stato pienamente compreso nel suo spirito e nella sua essenza. Nelle prossime settimane sono in programma altri appuntamenti, sempre in collaborazione con l’Arsenale e l’Università, uno tra i molti a cui tengo particolarmente è con lo scrittore Antonio Moresco il prossimo 27 maggio".

La mostra 'Manca sempre qualcosa…' si articola in quattro sezioni: la prima dal titolo 'Io, Pier Paolo Pasolini', una video mostra prodotta dall’associazione Casa Testori e curata da Giuseppe Frangi; segue 'Matera, la mia Gerusalemme', composta da 25 scatti di Domenico Notarangelo sul set de 'Il Vangelo secondo Matteo'; la terza sezione si intitola 'A Pier Paolo' ed è composta da 13 scatti di Elio Ciol; Infine la sezione 'Una disperata mancanza', composta da opere grafiche e una installazione di Stefano Tonelli. La mostra, al Museo della Grafica fino al prossimo 2 maggio, è promossa dall’assessorato al turismo del Comune di Pisa, e realizzata dal Museo della Grafica con il patrocinio dell’Università di Pisa, del Sistema Museale di Ateneo e del Centro Studi Pier Paolo Pasolini. Direzione organizzativa: Libreria Pellegrini con la collaborazione del Cinema Arsenale. 'Manca Sempre qualcosa…' è curata da Davide Rondoni, Massimo Trocchi e Paolo Pesciatini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apprezzamenti e consensi per 'Manca sempre qualcosa', l'omaggio di Pisa a Pasolini

PisaToday è in caricamento