Cronaca

Golena d'Arno, una moto tra i canneti: era stata rubata a Cascina

La Polizia Municipale ha ritrovato il mezzo a due ruote durante un servizio di controllo per rilevare eventuali insediamenti abusivi. Scoperto anche un accampamento abitato da una ventina di nomadi

Una moto Yamaha, nuova fiammante, adagiata con cura in mezzo ai canneti sulla Golena d'Arno a Pisa e con ogni probabilità pronta per essere caricata e portata chissà dove. Questo ciò che si è materializzato davanti agli occhi dei vigili urbani di Pisa in giro di controllo nella zona, presa di mira dagli insediamenti abusivi di nomadi.

Agli uomini di via Battisti è bastato fare un rapido controllo per scoprire che era stata rubata due giorni prima da una corte privata ad un ragazzo romano, momentaneamente domiciliato in Cascina. Alcuni condomini avevano avvertito dei rumori strani provenienti proprio dal cortile ed affacciatisi al terrazzo avevano visto caricare la moto sul pianale di un autocarro e portarla via velocemente. La moto è stata così riconsegnata al legittimo proprietario.

Dopo il rinvenimento della moto, altri controlli sempre nella Golena d'Arno hanno permesso di scoprire, sempre nascosto tra i canneti, un accampamento di ben sette baracche realizzato da cittadini rumeni. I manufatti sarebbero stati in uso ad una ventina di nomadi che stamattina sono stati allontanati da pattuglie della Polizia Municipale, coordinate dalla squadra della Polizia Giudiziaria dello stesso Comando. Le sette baracche sono state abbattute.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Golena d'Arno, una moto tra i canneti: era stata rubata a Cascina

PisaToday è in caricamento