Movida: "Un furto e un accoltellamento, la situazione sta sfuggendo di mano"

Confesercenti chiede a Comune e Prefettura "un cambio di passo immediato" alla luce dei fatti di cronaca avvenuti nel corso dell'ultimo weekend

"Un accoltellamento in piazza dei Cavalieri ed un furto ai danni di una attività commerciale di piazza delle Vettovaglie. Questo il triste resoconto dell’ultimo fine settimana, ovviamente oltre l’orario di chiusura degli esercizi. Cosa deve accadere ancora affinchè prefettura e Comune affrontino questa vera e propria emergenza di ordine pubblico? Emergenza che non si risolve chiudendo prima i locali come ha dimostrato l’ordinanza che proprio domenica è scaduta". Questa volta è il presidente dell’area pisana di Confesercenti Toscana Nord, Luigi Micheletti, ad intervenire ancora una volta sulla malamovida che anche nell’ultimo fine settimana ha lasciato il segno nel centro storico.

"Attendiamo che il prefetto - insiste Micheletti - come ci aveva garantito nella prima ed unica riunione del comitato dell’ordine pubblico alla quale abbiamo partecipato, ci convochi nuovamente alla luce di una situazione che evidentemente sta sfuggendo di mano. A maggior ragione adesso che l’ordinanza del sindaco è scaduta e che, nei fatti, ha dimostrato tutta la sua inefficacia pensando che il problema fosse l’orario di apertura dei locali. Con l’occasione esprimiamo vicinanza a Ilaria ed Emanule Pisani, titolari di Dolci Tentazioni locale vittima del furto dopo che in passato aveva già subito un tentativo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Locali che secondo Confesercenti Toscana Nord "sono al contrario un presidio di sicurezza con le nuove normative che impongono il servizio ai tavoli. Chiudere i locali vuol dire lasciare i giovani in balia degli abusivi e permettere di girare indisturbati per il centro storico in assenza di controlli da parte delle forze dell’ordine". Micheletti ribadisce quindi la necessità della convocazione del comitato dell’ordine pubblico in prefettura aperto alle associazioni e nessuna nuova ordinanza da parte del Comune. "Visto i risultati negativi del provvedimento di Palazzo Gambacorti - spiega - crediamo sia scontato che dal prossimo fine settimana si torni al regolamento attualmente in vigore con la chiusura dei locali alle 1.30 il venerdì ed il sabato e alle una gli altri giorni. Il comitato per l’ordine pubblico deve essere convocato nuovamente in tempi rapidissimi per definire una strategia di controllo delle forze dell’ordine alla quale siamo pronti a dare il nostro contributo visto che gli imprenditori sono tutte le sere sul campo”".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 28 anni in un incidente in moto in autostrada

  • Ragazza investita a Marina di Pisa: arrestato il pirata della strada

  • In arrivo piogge e temporali in Toscana: emessa allerta meteo

  • Coronavirus in Toscana: sei nuovi casi, due a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 10 nuovi casi: 3 in più nel pisano

  • Lungarni, assalto con il tombino all'alba: 'visita' in gelateria e al bar

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento