Movida, Paladini (FI): "Non è con le multe a bar e commercianti che si risolve il problema"

Dopo le sanzioni elevate dalla Polizia Municipale a locali che vendevano bevande alcoliche da asporto dopo la mezzanotte, interviene il coordinatore comunale Forza Italia Giovani che chiede maggior decoro in città

"L’amministrazione comunale, come al solito, pensa di risolvere le criticità del centro storico con quattro sanzioni buone solamente a rimpinguare le proprie casse, mettendo in crisi i commercianti pisani, già strozzati dal fisco-assassino, e a farsi un po’ di pubblicità sul giornale". E' la dura presa di posizione di Lorenzo Paladini, capogruppo Forza Italia CTP 6 e coordinatore comunale Forza Italia Giovani, che interviene sulla questione 'movida', tema tornato di nuovo al centro delle cronache con l'arrivo della bella stagione.

"Il raid della Polizia Municipale di sabato notte non si può certamente definire un intervento mirato e prospettico che possa risolvere il problema, tutt’altro, semmai lo aggrava - prosegue Paladini - cosa succederebbe al centro storico se quelle poche attività, che tuttora resistono nonostante l’implacabile concorrenza di minimarket e kebabari, chiudessero? Il centro storico sarebbe ancor più di ora nella mani di spacciatori e punkabbestia, il degrado e la sporcizia dilagherebbero anche in quegli angoli che pochi coraggiosi rendono decorosi, la criminalità sarebbe la nuova legge trasformando la nostra città sempre di più in un Far West 2.0".

Forza Italia, fa sapere Paladini, ha affrontato il problema in tutti i luoghi, istituzionali e non, a tutti i livelli, dal movimento universitario (Studenti per le Libertà, anch’esso protagonista del dibattito), ai gruppi consiliari in Consiglio Comunale e CTP e continuerà a farlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Pisa merita una progettualità diversa, merita un’amministrazione che metta il decoro, lo sviluppo e il benessere dei propri cittadini al primo posto, merita di non essere abbandonata a sé stessa, merita di essere vivibile per tutti, anche per chi oggi ha timore ad uscire di casa la sera. Le regole - conclude il rappresentante di Forza Italia - vanno rispettate, commercianti compresi, ma che siano regole valide per tutti, non solo per chi è facile colpire con una sanzione amministrativa, ma anche per i ladri di borse al duomo, per i vagabondi e gli spacciatori, per gli abusivi e per i rapinatori. Il Comune non si nasconda dietro la facile scusa che questi non sono problemi di natura amministrativa poiché ciò non fa venire meno la sua responsabilità politica e morale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: al via i tamponi in auto, come i 'pit stop'

  • Coronavirus: 290 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus: 196 nuovi casi in Toscana, il dato più basso dall'inizio dell'epidemia

Torna su
PisaToday è in caricamento