Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca Cep / Via Gentile da Fabriano

Misericordia di Pisa: giovedì la commissione regionale lavoro incontra il Governatore

E' stata approvata all'unanimità la mozione presentata dalla Commissione Regionale per l'Emergenza Occupazionale che chiede alla giunta regionale e al presidente Rossi di seguire con attenzione la vicenda. Sabato manifestazione dei lavoratori

Questa mattina il consiglio regionale della Toscana ha approvato all’unanimità la mozione presentata dalla Commissione Regionale per l’Emergenza Occupazionale, primo firmatario Paolo Marini, sul caso della Misericordia di Pisa, i cui dipendenti stanno lottando contro i circa 40 licenziamenti annunciati dai vertici dell'Arciconfraternita.

“La mozione chiede e impegna la giunta regionale e il presidente Rossi a seguire con attenzione la vicenda - spiega Paolo Marini, consigliere regionale della Federazione della Sinistra-Verdi e presidente della Commissione per l’Emergenza Occupazionale - e anche a prendere tutte le misure necessarie perché i contratti di solidarietà dei lavoratori della Misericordia, che scadranno il 30 giugno, vengano rinnovati garantendo anche l’istituzione di adeguati percorsi formativi”. Proprio sui contratti di solidarietà i sindacati la scorsa settimana avevano trovato la ferma opposizione dei vertici della Misericordia che avevano negato la possibilità di un rinnovo.

La mozione impegna inoltre tutte le istituzioni regionali a dare pieno supporto all’attività delle organizzazioni sindacali rispetto alla richiesta di fare chiarezza sulla gestione e sulle politiche occupazionali della Misericordia, sul futuro dei servizi prestati e dei posti di lavoro dall’associazione.

La Commissione per l’Emergenza Occupazionale incontrerà domani il Governatore della Misericordia di Pisa.


MANIFESTAZIONE. Intanto i lavoratori della Misericordia proseguono la loro agitazione e hanno fissato per sabato 15 giugno alle ore 9, con ritrovo in Piazzale Donatello, nel quartiere del Cep, una nuova manifestazione per denunciare il trattamento loro riservato dall'Arciconfraternita.
"I licenziamenti (per ora sventati) della Sodexo, che si occupa delle pulizie all'ospedale Cisanello, e quelli annunciati dalla Misericordia di Pisa, che andrà così a tagliare dei servizi sanitari essenziali - si legge nel volantino che promuove la manifestazione - sono solo alcuni esempi di quello che ci aspetta. Se non ci opponiamo adesso, nei prossimi anni il diritto alla salute sarà completamente smantellato, e solo chi potrà permettersi la sanità privata avrà cure mediche di qualità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Misericordia di Pisa: giovedì la commissione regionale lavoro incontra il Governatore

PisaToday è in caricamento