rotate-mobile
Cronaca

Scuola Normale: mozione di sfiducia nei confronti del direttore Barone

A presentarla la componente studentesca del senato accademico in risposta alla vicenda che riguarda la 'gemmazione' della scuola. Sempre più critica la posizione di Barone

La componente studentesca del senato accademico della Scuola Normale Superiore di Pisa ha presentato nella giornata di ieri, mercoledì 12 dicembre, una mozione di sfiducia nei confronti del direttore, Vincenzo Barone. La mozione è una diretta conseguenza della vicenda che riguarda la 'gemmazione' della scuola, cioè l'ipotesi di istituire una sede distaccata al sud della Scuola Normale. Un progetto che era al centro del programma con il quale Barone aveva vinto nel 2016 le elezioni per diventare direttore della scuola di eccellenza e naufragato definitivamente ieri, dopo l'incontro che si è svolto al ministero dell'istruzione.

Insieme alla mozione di sfiducia gli studenti hanno redatto una lettera nella quale si dichiarano contrari al progetto del direttore di 'delocalizzare' la scuola eccellenza e in cui si critica il 'piglio autoritario' con cui Barone avrebbe gestito la vicenda. Critiche nei confronti dell'operazione sarebbero arrivate anche da diversi docenti che rinfaccerebbero a Barone la poca trasparenza e la mancata condivisione del progetto. 

La mozione di sfiducia sarà votata nella prossima riunione del senato accademico normalista e, per passare, dovrà essere votata dai due terzi degli aventi diritto. In caso di sfiducia la decisione dovrà poi essere ratificata dall'intero corpo elettorale. Resta da capire se Barone, che per il momento ha scelto la via del silenzio, deciderà di andare fino in fondo o di dimettersi prima. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola Normale: mozione di sfiducia nei confronti del direttore Barone

PisaToday è in caricamento