Occupazione irregolare di suolo pubblico: multati e chiusi nove locali

Tutti situati in centro storico, avevano occupato una porzione di suolo pubblico superiore rispetto alla superficie autorizzata

Prime sanzioni applicate sulla base della specifica ordinanza emanata dal sindaco Michele Conti a fine novembre per contrastare i fenomeni di occupazione irregolare di suolo pubblico da parte delle attività commerciali del centro storico. Sono già nove i locali e bar che sono stati multati in questi giorni per occupazione del suolo pubblico in eccedenza rispetto alla superficie autorizzata, in base ai sopralluoghi effettuati dalla Municipale. I locali, tutti in centro storico, saranno obbligati a chiudere l’attività per cinque giorni, a partire dal settimo giorno dall’atto di notifica, e a pagare una contravvenzione di 169 euro.

“Come avvisato - commenta l’assessore alla Sicurezza Giovanna Bonanno - stiamo applicando controlli più severi per le attività che non rispettano le regole, così da evitare il diffondersi di fenomeni di occupazione incontrollata di suolo pubblico, soprattutto nelle ore serali e notturne. Il segnale che vogliamo dare è chiaro: chi non si attiene alla norma dovrà chiudere l’attività per cinque giorni. Dunque invitiamo le attività commerciali ad attenersi agli spazi previsti, collaborando con l’amministrazione comunale e con la Polizia Municipale, perché il rispetto delle regole deve essere un valore condiviso e applicato da tutti. Le operazioni proseguiranno di pari passo con l’attività più complessiva di controllo del territorio, di prevenzione e sicurezza per permettere, soprattutto in orario serale, lo svolgimento di una movida senza eccessi, nel rispetto della reciproca convivenza tra commercianti, residenti e clienti”.

Nei giorni scorsi la Municipale, insieme a personale di Avr, ha inoltre eseguito la confisca di letti utilizzati come affittacamere abusivo, concludendo così le operazioni ispettive e di controllo della zona Sant’Omobono - Vettovaglie iniziate lo scorso agosto con un blitz in un appartamento del centro storico, nel quale fu scoperto un laboratorio per la falsificazione di merce destinata al mercato illegale e 48 posti letto abusivi distribuiti fra tre appartamenti.

Infine nei giorni scorsi è stato portato a termine l’arresto di un cittadino di origine straniera colto sul fatto in via Fratti mentre sottraeva dall’abitacolo di un furgone il borsello dell’autista che era a poca distanza e che ha inseguito il ladro fino a raggiungerlo, con l’aiuto degli agenti della Municipale in servizio in quel momento nella zona, accorsi per inseguire, bloccare il fuggitivo ed arrestarlo immediatamente. Al processo per direttissima il ladro è stato condannato alla misura cautelare degli arresti domiciliari fino a maggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Cadavere di un anziano trovato in un fosso in zona La Fontina

  • Caso sospetto di Covid nel personale scolastico: chiuso asilo di Pontedera

  • Coronavirus: "Ho fatto il tampone, dopo 72 ore ancora non so il risultato"

  • Coronavirus in Toscana: 91 nuovi casi, un decesso a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 119 nuovi positivi: 18 casi in più a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento