rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca Centro Storico / Via Giordano Bruno, 42

Distretto 42: con un murale il Parco Don Gallo 'riapre' alla città

Sul muro dell'ex caserma Curtatone e Montanara di via Giordano Bruno è stata effettuata dall'artista siciliano Rosk un'opera dal forte valore simbolico: "Ricorderà a cittadini e Comune lo scempio che si sta consumando, un parco lasciato all'abbandono"

Non si ferma la voglia di lotta del Municipio dei Beni Comuni che, nel quartiere di San Martino, nei pressi dell'ex caserma Curtatone e Montanara, ribattezzata Distretto 42 dagli attivisti e sgomberata un mese fa dalle forze dell'ordine, prosegue l'opera di riqualificazione, contro il degrado e l'abbandono dello spazio.

Nello scorso fine settimana, infatti, è arrivata la street art di Rosk sui muri da più di un mese e mezzo nuovamente chiusi dell’ex-Distretto 42.

"L'artista siciliano ha reso nuovamente liberi quei muri, reinterpretando l’azione di recupero che fa il Municipio dei Beni Comuni con gli spazi che per anni vengono abbandonati da proprietari colpevoli di incuria - affermano gli attivisti - una iniziativa fortemente simbolica con cui, anche se solo virtualmente, sono stati infranti i sigilli riaprendo il Parco Andrea Gallo alla città. Adesso una finestra costantemente aperta ricorderà a tutti, e in primis anche all'amministrazione comunale, lo scempio che si sta consumando, ovvero di un parco e uno spazio sottratti nuovamente alla cittadinanza in favore del vuoto, dell'abbandono. Nella settimana dell'anniversario della scomparsa di Don Gallo, non potevamo che tornare alle radici, che lo sgombero coatto del 22 aprile ha tentato di strappare, e che invece dopo l’assemblea cittadina della scorsa settimana sono diventate più salde".

Intanto stasera, mercoledì 28 maggio alle ore 18, al Polo Porta Nuova il Municipio dei Beni Comuni ha organizzato un dibattito dal titolo: 'Dall’Abbandono al Riuso di immobili abbandonati contro la speculazione edilizia e il consumo di suolo', a cui parteciperanno: Alberto Ziparo - Ingegnere urbanista, insegna Pianificazione e valutazione ambientale all’Università di Firenze; Luca di Figlia – Architetto esperto nella rivitalizzazione di paesi abbandonati; un rappresentanti di Planimetrie Culturali associazione ha come obiettivo principale la riqualificazione delle aree dismesse di Bologna attraverso le 'bonifiche culturali' di tipo temporaneo; Simone Leoncini – presidente Municipio centro est Di Genova e firmatario del protocollo d’intesa tra Comune di Genova, Ministero della Difesa, Agenzia del Demanio e la rete di Associazionei 'Voglio la Gavoglio', per il recupero ad uso sociale del’ex caserma Gavoglio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distretto 42: con un murale il Parco Don Gallo 'riapre' alla città

PisaToday è in caricamento