Musei: Certosa e Orto Botanico in vetta alla graduatoria dei contributi regionali

La Regione Toscana ha erogato i contributi per il 2020: premiato il lavoro del Sistema Museale di Ateneo; buon risultato anche per il Museo della Grafica al dodicesimo posto

Il Sistema Museale di Ateneo sbanca nella graduatoria di merito con cui la Regione Toscana ha appena assegnato i contributi a 88 musei ed ecomusei di rilevanza regionale. Il Museo di Storia Naturale di Calci (con 85,972 punti) e l’Orto e Museo Botanico (con 85,849 punti) di Pisa hanno infatti conquistato la vetta della classifica regionale, primo e secondo posto. Il Museo della Grafica (con 75,933 punti) ha raggiunto il dodicesimo posto.

"Il Sistema Museale di Ateneo è una risorsa importante, sia culturale che turistica, che stiamo cercando di far crescere sempre di più perché possa beneficiarne tutta la città e il suo territorio - ha commentato il Rettore dell'Università di Pisa Paolo Mancarella - l’ottimo posizionamento di tre dei nostri musei nella graduatoria per l’accesso ai contributi alla cultura per l’anno 2020 è il riconoscimento concreto degli sforzi fatti in questi anni, per i quali non posso che ringraziare tutti coloro che, di fatto, ne sono stati protagonisti: dalla prof.ssa Chiara Bodei ai direttori, la prof.ssa Elena Bonaccorsi, il prof. Lorenzo Peruzzi e il prof. Alessandro Tosi e, naturalmente, al personale di ciascun museo".

Nella valutazione sono stati presi in considerazione vari parametri, tra cui: le dotazioni fisse dei musei, i servizi di accoglienza, le ore di apertura al pubblico, il numero di visitatori, le attività educative, gli eventi rivolti al pubblico e le attività di studio e ricerca.

Il Museo di Storia Naturale di Calci, durante l’anno 2019, ha ricevuto un totale di oltre 67mila visitatori. Il Museo è aperto tutti i giorni dell’anno con orario continuato, ad eccezione del 25 dicembre.

L’Orto e Museo Botanico è stato visitato complessivamente da 53.599 visitatori ed è stato aperto per un totale di 3.701 ore. Tra i visitatori, 3.338 hanno svolto attività educative e visite guidate riservate alle scuole, mentre 1.837 hanno partecipato a visite al di fuori dell’ambito scolastico (quali, ad esempio, i campi al museo, i laboratori per famiglie del weekend e le attività per pubblici con necessità speciali). Sono state 318 le classi delle scuole di ogni ordine e grado partecipanti a 90 tipi di attività educative e visite guidate offerte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Museo della Grafica è stato visitato complessivamente da 16.620 visitatori ed è stato aperto per un totale di 3.957 ore. Tra i visitatori, 3.689 persone hanno svolto attività educative e visite guidate riservate alle scuole, mentre 1.560 hanno partecipato a visite al di fuori dell’ambito scolastico (quali, ad esempio, i campi al museo, i laboratori per famiglie del weekend e le attività per pubblici con necessità speciali). Sono state 340 le classi delle scuole di ogni ordine e grado partecipanti a 56 tipi di attività educative e visite guidate offerte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Covid in classe: cinque nuovi casi nelle scuole di Pisa

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Coronavirus in Toscana, 90 casi in più: a Pisa 24 nuovi positivi

  • Mareggiata a Marina di Pisa: allagamenti e pietre sul lungomare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento