Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Neuroriabilitazione dopo un ictus: la ricerca di due dottorandi pisani

I due dottorandi del Sant'Anna hanno ottenuto importanti riconoscimenti internazionali nell'ambito della prima conferenza internazionale sulla neuroriabilitazione che si sta svolgendo a Toledo

Quali sono i metodi più efficaci per favorire la riabilitazione dopo l'ictus e come controllare le protesi di mano attraverso l'attività cerebrale? Sono i due argomenti trattati in altrettanti paper di due dottorandi della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa che hanno ottenuto importanti riconoscimenti internazionali nell'ambito della prima conferenza internazionale sulla neuroriabilitazione che si sta svolgendo a Toledo (Spagna).

Il lavoro di Martina Coscia si basa su ricerche condotte in collaborazione con la Harvard Medical School e con il Massachusetts Institute of Technology (Mit) e studia gli eventi che interessano il movimento dopo l'ictus e su come risulti più opportuno intervenire per favorire la migliore neuroriabilitazione. Quello di Marco Controzzi, invece, su occupa del controllo delle protesi di mano attraverso l'attività cerebrale ed è stato realizzato sulla base di ricerche sviluppate in collaborazione con prestigiose università cinesi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neuroriabilitazione dopo un ictus: la ricerca di due dottorandi pisani

PisaToday è in caricamento