Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Blitz No Tav in Consiglio Comunale, Buscemi: "Pagina nera della democrazia cittadina"

Dopo l'occupazione della sala consiliare da parte di un gruppo di attivisti schierati a favore della militante che ha denunciato molestie da parte delle forze dell'ordine, il consigliere del Pdl condanna la posizione di alcune forze politiche

Interviene il consigliere comunale del Pdl Riccardo Buscemi, che è anche vicepresidente vicario dell'assemblea cittadina, sul blitz di un gruppo di attivisti No Tav durante la seduta consiliare di ieri pomeriggio. "L'occupazione della sala del Consiglio Comunale di Pisa messa in atto ieri dagli attivisti No Tav è una delle pagine più brutte della storia della democrazia della città. Al Consiglio Comunale - spiega Buscemi - è stato impedito di proseguire e svolgere la propria attività: nell'aula i manifestanti hanno inveito contro i consiglieri 'rei' di non condividere la loro posizione. E' grave che alcune forze politiche avallino e incoraggino di fatto questi comportamenti''.

Infine l'esponente del centrodestra annuncia che presenterà una mozione per aumentare la vigilanza nel palazzo civico e ''per consentire a Giunta e Consiglio di lavorare serenamente, pur continuando a mantenere le sedute pubbliche, è opportuno che d'ora in poi l'accesso sia regolamentato mediante filtraggio e identificazione del pubblico''.

E a rafforzare la posizione di Buscemi, si aggiunge anche il comunicato dello stesso gruppo consiliare del Pdl. "L’interruzione dei lavori del Consiglio con l’occupazione della Sala Consiliare per costringere il Consiglio ad operare in modo contrastante con quanto deliberato, accompagnato da gesti intimidatori, minacce ed ingiurie nei confronti dei consiglieri presenti, è fatto gravissimo che non può essere tollerato ed impone che senza indugi siano adottati tutti i più severi provvedimenti del caso - si legge nella nota - non è più accettabile che una esigua minoranza di facinorosi determini nella nostra città un clima di intimidazione ed intolleranza nel tentativo di impedire le altrui manifestazioni di pensiero. Deve altresì essere censurato l’atteggiamento inerte degli Enti preposti che non hanno saputo garantire il corretto svolgimento del Consiglio, sia in termini di ordine pubblico che di sicurezza e tutela della dignità dei Consiglieri presenti".


"il gruppo consiliare del Pdl - conclude la nota - annunzia che, in difetto di concrete iniziative da parte degli Enti preposti per il ripristino delle condizioni di tutela, decoro e sicurezza dei lavori del Consiglio Comunale, non parteciperà agli stessi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz No Tav in Consiglio Comunale, Buscemi: "Pagina nera della democrazia cittadina"

PisaToday è in caricamento