Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico / Via Giordano Bruno, 42

Distretto 42, lotta per la riapertura: "Non è più tempo di inspiegabili attese"

Il Municipio dei Beni Comuni oggi 2 maggio ha consegnato a Palazzo Gambacorti la nuova richiesta di assegnazione dello spazio che il Comune dovrà girare al Ministero della Difesa. Chiesta l'attivazione di un tavolo comune per monitorare i prossimi passi

I ragazzi del Municipio dei Beni Comuni hanno preso in parola le dichiarazioni del sindaco Filippeschi rilasciate il giorno dello sgombero lo scorso 22 aprile. Oggi 2 maggio sono tornati a Palazzo Gambacorti per consegnare al primo cittadino la rinnovata richiesta di assegnazione dello spazio della ex caserma Curtatone, da inoltrare e sostenere presso il Ministero della Difesa. Allegata agli incartamenti c'è una lettera in cui, insieme agli auguri di buon lavoro, gli attivisti ricordano all'Amministrazione le parole con cui Filippeschi ha impegnato il Comune a "fare la sua parte per favorire questo esito", cioè che "almeno parte del complesso di via Giordano Bruno possa essere prontamente riaperta e utilizzata per attività a fini sociali".

"Con la presente – scrivono inoltre quelli del Municipio al Sindaco – le chiediamo gentilmente di aggiornarci anche sull'invio della stessa e su eventuali sue ulteriori comunicazioni ai due enti citati (Ministero della Difesa e Demanio). A ulteriore conferma della positiva volontà espressa, rivolgiamo alla sua cortese attenzione la richiesta di istruire il prima possibile un tavolo di confronto intorno al quale possano incontrarsi una nostra delegazione, l'Amministrazione comunale, gli incaricati del suddetto Ministero e dell'Agenzia del Demanio, così da definire ogni passaggio necessario".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distretto 42, lotta per la riapertura: "Non è più tempo di inspiegabili attese"

PisaToday è in caricamento